NO PARTY ALLA PALUDE: “CHE SERVA DI LEZIONE!”

0
292

NO PARTY ALLA PALUDE: “CHE SERVA DI LEZIONE!”

IL RISPETTO DELLA NATURA E DELLE REGOLE  NON È UN OPTIONAL!
Prioritario salvaguardare il patrimonio naturalistico con la collaborazione tra Enti, associazioni e cittadini”

Riceviamo e pubblichiamo:

 

Il Comitato No Party alla Palude esprime soddisfazione per la scelta di Jovanotti e della Trident Music di annullare la tappa del tour prevista sulla spiaggia di Torre Flavia.

Gli organizzatori e il cantante sembrano aver compreso le nostre ragioni volte a prevenire un danno ecologico in un habitat delicato ricco di biodiversità.

La polemica su Torre Flavia servirà forse a creare un precedente per eventuali progetti futuri in aree delicate, come spesso sono le spiagge, e ad aprire un dibattito sull’uso-abuso del territorio naturale. Questo non significa essere “estremisti”, ma riconoscere i limiti imposti dal rispetto dell’ambiente e degli animali, ignorati talvolta persino da chi dovrebbe tutelarli.

Questa vicenda forse servirà a prendere sempre più coscienza di vivere in un mondo circolare, nel quale le relazioni uomo-ambiente sono regolate su principi di reciprocità, interscambiabilità e complementarità.

Occorre sempre più promuovere uno sviluppo sostenibile, in cui l’aspetto economico sia legato alla salvaguardia e alla conservazione del patrimonio naturalistico e dei beni liberi.

È questa la strada da percorrere, nel rispetto delle regole e della Natura, in un’ottica di sussidiarietà e collaborazione tra enti nazionali, regionali, comunali, associazioni e cittadini.