CALCIO, LADISPOLI E CERVETERI LOTTANO PER NON SOCCOMBERE

0
314
calcio

UNA STAGIONE FIN QUI AL DI SOTTO DELLE ASPETTATIVE. IN ECCELLENZA I ROSSOBLÙ SONO ADDIRITTURA TERZ’ULTIMI.

Finita la pausa, trascorse le feste, si torna in campo. Ed è un momento clou per Ladispoli e Cerveteri entrambi impegnate nella lotta per non retrocedere nei rispettivi campionati di Eccellenza e Promozione.

Una stagione molto difficile per entrambe, quasi più fallimentare al momento per l’Academy Ladispoli che si ritrova terz’ultima a cinque giornate dal termine. I rossoblù sono in piena bagarre per la salvezza e avrà davanti cinque finali per sperare almeno nei playout.

Domenica 7 aprile la Luiss, poi arriva l’Astrea all’Angelo Sale, a seguire gara esterna a Villalba (uno scontro diretto), match casalingo con Citizien Academy e infine ultima insidiosa trasferta con la Romulea.

Il Ladispoli ormai non può sperare nella salvezza diretta ma solo negli spareggi che allo stato attuale non sono nemmeno scontati per via di un distacco superiore agli 8 punti dalla quint’ultima.

Tuttavia lo 0-0 di Vignanello con il Viterbo nel recupero del mercoledì ha dato un minimo di speranza ad una squadra che, è doveroso ricordarlo, in questo 2024 non ha ancora centrato una vittoria. Un record al negativo. «Sono contento della partita – ha commentato a caldo dopo la sfida a Viterbo il mister, Lillo Puccica – posso dire che ci siamo riscattati dopo l’ultima sconfitta immeritata in casa con il Pomezia. È un punto che aggiungiamo alla nostra classifica, un pareggio arrivato contro una realtà importante molto temibile specialmente sui calci piazzati e siamo stati bravi a non prendere gol».

Poi il futuro. «L’ho detto e lo ribadisco – aggiunge – dobbiamo mantenere viva la speranza e vedere cosa accadrà. Per me questa è una sfida importante e, secondo me, dei giocatori si ritroveranno in campionati importanti in futuro. Ci sono cinque partite toste ora da affrontare».

Tutto sommato non ci sono infortunati e Puccica potrà avere a disposizione l’intera rosa ad eccezione però del capitano Augusto Buonanno che ha subito un infortunio non proprio lieve e resterà fermo almeno un paio di settimane. In chiave salvezza spicca Citizien-Audace mentre Pescatori e Villalba sono attese da due scontri terribili rispettivamente con W3 Maccarese e Montespaccato.

Rettangolo verde a parte, in questo periodo si sono rincorse voci su un cambio di testimone della società ma il patron, Sabrina Fioravanti, ha categoricamente smentito la trattativa con l’attuale presidente del Colleferro, Giorgio Coviello. L’obiettivo primario della dirigenza è riuscire a raggiungere la salvezza. I rossoblù non giocano in Promozione da ben 14 anni e punteranno a salvarsi per il rotto della cuffia per la seconda stagione consecutiva.

Calcio: Cerveteri

Qui Cerveteri. In Promozione invece una vittoria arrivata dal cuore, costruita con il coraggio di una squadra che vuole la salvezza a tutti costi. Il Cerveteri è tornato a gioire vincendo sul Parioli per 3-0.

Primo tempo non proprio emozionante. Nella ripesa è un’altra squadra, mister Caputo inserisce uno junior, Bonelli, che dà più dinamica al reparto offensivo. La gara si sblocca con Ranucci in rete di testa dopo l’angolo di Fagioli. C’è una traversa di Catracchia, prima del raddoppio di Piano che mette al sicuro il risultato.

È festa sugli spalti, i tifosi cantano ed esplodono di gioia quando il giovane Bonelli regala una rete da cineteca, un tiro cross da 25 metri che beffa il portiere capitolino. È una vittoria importantissima per la formazione verdazzurra, che allunga in classifica e rimane in zona playout, la salvezza diretta è a -5 e la lotta per la permanenza nella categoria si annuncia all’ultimo colpo.