Dal calcio all’atletica: c’è una stella che brilla

0
225
Alfredo marino

Alfredo Marino il ragazzo prodigio: a 13 anni ha vinto la corsa con la maglia del Ladispoli.

Prima gara di livello, primo successo messo in bacheca nella mille metri allo stadio Nando Martellini delle Terme di Caracalla. E per dimostrare di non aver vinto solo per un caso ecco un’altra occasione nella finale dello Stadio dei Marmi. Risultato? Secondo gradino del podio. Nella gara prestigiosa di atletica “Il Mille di Miguel” c’è una stella che brilla ed è quella di Alfredo Marino.

Ha 13 anni e frequenta l’istituto scolastico Caravaggio di Ladispoli. Attualmente gioca a calcio con la società dell’Academy Ladispoli nella categoria Esordienti, è un attaccante, insomma ama lanciarsi in profondità per far gol. Proprio questa sua dote gli ha consentito di provare anche con l’atletica con risultati inimmaginabili. Nell’impianto Nando Martellini ha chiuso la corsa con il tempo di 3:05 arrivando davanti a tutti al traguardo. Incredulità ed emozione quando si è ritrovato al Palazzetto dello Sport di viale Tiziano a Roma per essere premiato. Ci ha preso gusto allo Stadio dei Marmi con il tempo di 3:18.8 per poi essere chiamato alla cerimonia di premiazione nell’Aula Magna della facoltà di Architettura di Roma 3.

La particolarità di questo ragazzo è che non è iscritto con nessuna società di atletica leggera ma gareggia da tempo con la scuola e il progetto Il Mille de Miguel è stato portato avanti dalla docente Rosa Berardo. È un prodigio e di questo, oltre a lui e alla sua famiglia, se ne sono accorti un po’ tutti ed è già a un bivio perché molto probabilmente presto dovrà prendere una decisione. «Amo correre – ammette Alfredo – il prossimo anno praticherò l’atletica leggera. Non ho ancora deciso dove però ho visto che posso ottenere risultati importanti. Certo, amo il calcio però dovrò scegliere, non si può proseguire con tutte e due le discipline».

Il giovane campione frequenta la seconda media a Ladispoli e riesce perfettamente ad alternare gli allenamenti con lo studio. «Non mi pesa – ammette – riesco a fare entrambi senza problemi. Prediligo le distanze come i mille metri, sono poco più di due giri della pista e credo di avere anche resistenza». E intanto anche l’Academy Ladispoli sulla sua pagina Facebook ha celebrato il corridore che ha indossato la maglia del club rossoblù non essendo appunto iscritto con nessuna società di atletica.

Forse, se ne parla, il prossimo anno potrebbe far parte del gruppo della Gs Runner capitanata da Loredana Ricci, una che se ne intende avendo sfornato tantissimi talenti a Cerveteri e continuando a portare risultati importanti ogni anno. Recentemente gli etruschi hanno festeggiato la vittoria di Alessio Fantini a Roma, poi la convocazione di Francesco De Santis al raduno nazionale di Formia. Proprio Fantini super nella competizione del Mille di Miguel con presenti tantissime scuole e ben 24 atleti in finale suddivisi per età. Fantini è partito in testa con un passaggio ai 400 metri in 1’04 per poi concludere solitario al traguardo con un fantastico tempo di 2’45” a soli 3″ dal minimo nazionale nella categoria Cadetti.