5 Stelle accusa la Regione Lazio per lo scippo dell’acqua pubblica

0
242

Riceviamo e pubblichiamo dal MoVimento 5 Stelle Ladispoli.
Apprendiamo della sentenza con cui Consiglio di Stato ha rigettato il ricorso presentato, insieme ad altri, dal Comune di Ladispoli contro il passaggio forzato ad Acea Ato2.

Quanto accaduto richiama le responsabilità della Regione Lazio guidata, dal PD del presidente Zingaretti, legate alla mancata definizione degli ABI (Ambiti di Bacino Idrografico). Negli ultimi anni, l’atteggiamento della Regione si è contraddistinto per ambiguità e incoerenza. All’approvazione all’unanimità della legge regionale n.5 del 2014, che andava nella direzione di una gestione pubblica dell’acqua e quindi del rispetto del referendum, non ha fatto seguire i necessari adempimenti, creando volutamente un vuoto legislativo di cui Acea si sta servendo per accaparrarsi le poche aziende pubbliche rimaste.
Il Movimento 5 Stelle ha ripetutamente rivolto interrogazioni all’assessore regionale Refrigeri, rimaste però inascoltate, nonostante l’impegno da lui preso con i Comitati per l’Acqua Pubblica.
A livello nazionale la situazione è addirittura peggiore. Dal 2006 giace nei cassetti del Parlamento la legge di iniziativa popolare, i cui principi sono stati ribaditi dal referendum del 2011. Anche qui la volontà politica procede nella direzione opposta. I decreti “Sblocca Italia” e Madia, infatti, dispongono la privatizzazione dei servizi pubblici locali, compreso il servizio idrico.
Di fronte a questa deriva che umilia l’esito del referendum e la volontà dei cittadini, i Parlamentari del Movimento 5 Stelle hanno recentemente organizzato un convegno internazionale alla Camera per rilanciare il principio che una gestione pubblica dell’acqua è possibile, oltre che auspicabile.
Come Movimento 5 Stelle di Ladispoli proseguiremo a difendere la nostra acqua da Acea, continuando ad esercitare pressioni sulla vera responsabile di tutto ciò, ossia la Regione Lazio. Ci batteremo per scongiurare la privatizzazione perché questa, come già successo a Cerveteri, significherebbe un peggioramento della qualità del servizio, a fronte di un aumento delle tariffe.
                                                                                          MoVimento 5 Stelle Ladispoli

LASCIA UN COMMENTO