Vaccino da cellule di feti abortiti, Vaticano: ” è lecito usarlo”

0
638
Vaticano
fonte: Vatican News

E mentre ci si preoccupa per la salute del Papa, si diffonde la dichiarazione del Vaticano che sembra considerare moralmente accettabili i vaccini da cellule di feti abortiti.

La variante inglese del virus è stata protagonista indiscussa della giornata, ma non la sola degna di nota. Una notizia rilevante è la dichiarazione attribuita al Vaticano in merito ai vaccini con cellule di feti abortiti:” É moralmente accettabile usarli”. Corriere.it riporta la nota della Congregazione per la dottrina della Fede: “Si può se non sono disponibili altri vaccini. Si raccomanda la vaccinazione a difesa dei più deboli ed esposti”. E ancora, Il testo, firmato dal cardinale Luis Ladaria nasce dal fatto che «in questi ultimi mesi, sono pervenute a questa Congregazione diverse richieste di un parere sull’uso di alcuni vaccini contro il virus SARS-CoV-2 che causa il Covid-19, sviluppati facendo ricorso, nel processo di ricerca e produzione, a linee cellulari che provengono da tessuti ottenuti da due aborti avvenuti nel secolo scorso», si legge nella nota. Interessante la lettura dell’intero testo, dove viene spiegato chiaramente a chi dubita di sottoporsi a vaccinazione per motivi morali, come vaccinarsi non va contro i principi in cui crede: «l’utilizzo moralmente lecito di questi tipi di vaccini, per le particolari condizioni che lo rendono tale, non può costituire in sé una legittimazione, anche indiretta, della pratica dell’aborto, e presuppone la contrarietà a questa pratica da parte di coloro che vi fanno ricorso».
Covid in Vaticano. E’ stato il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni, a riferire ai giornalisti di un caso riscontrato nella struttura che ospita il Papa. Si tratta, ha detto, di un “malato, al momento asintomatico”, che è “stato posto in isolamento, come anche coloro che sono venuti in contatto diretto con lui”. Vatican News