LIVE DA SANREMO: Terza serata, gli ascolti del Festival volano al 51,60%. La gioia di Baglioni

0
384

La terza serata del Festival di Sanremo di Claudio Baglioni ha ottenuto in media 10 milioni 825 mila spettatori con il 51.60%. Un risultato eccellente, che migliora anche gli ascolti dell’anno scorso, quando la terza serata del festival di Carlo Conti e Maria de Filippi, dedicata alle cover dei successi del passato (tra gli appuntamenti più amati di Sanremo), aveva fatto registrare una media di 10 milioni 421 mila spettatori, pari al 49.68%.Claudio Baglioni è il primo vincitore di Sanremo. Il suo festival è stato premiato da ascolti boom, con un pubblico decisamente ringiovanito. “E’ un bell’apprezzamento. Il mio obiettivo è stato quello di costruire un festival che avesse un racconto. Facciamo una televisione antica per alcuni versi, anche un po’ ambiziosa”, sottolinea il direttore artistico, lanciando poi l’affondo: “siamo un po’ troppo abituati al fatto che la tv deve ospitare la mediocrità. Invece, come il teatro, il cinema e tutte le forme di arte alta, deve scremare e setacciare quello che di migliore c’è”. L’augurio di Baglioni è che “nei prossimi festival ci siano anche attività collaterali per ricordare artisti o momenti della musica, che non vengono ospitati sul palco dell’Ariston, ma possono essere damigelle di accompagnamento”. E non teme che le ‘grandi canzoni’ possano oscurare quelle in gara: “affatto, è più difficile farle risaltare se sono messe in mezzo ad altro, a sportivi, ai divi di Hollywood. A volte le canzoni diventano pretesto per altro”.

“Ieri sera abbiamo fatto un balletto tribale e un brindisi alla lampedusana perché eravamo molto contenti della performance complessiva, di tutti gli apporti venuti dagli ospiti. Ci è sembrato che anche i concorrenti, sia i Big sia i Giovani, abbiano dato un’ottima prestazione”. E’ la soddisfazione di capitan Claudio Baglioni per i risultati del suo Sanremo. “Siamo un po’ provati – ammette Baglioni – perché abbiamo fatto un po’ tardi e cominciamo a cedere in brillantezza: speriamo di ritrovarla quando parte la sigla dell’eurovisione”.

fonte Ansa