Processo Vannini, ridotta da 14 anni a 5 anni la condanna per Antonio Ciontoli

0
1482

E’ stata emessa pochi minuti fa la sentenza nel processo di Appello per la morte di Marco Vannini, il ventenne di Cerveteri ucciso con un colpo di pistola nella casa della fidanzata a Ladispoli la sera del 17 maggio del 2015. Ed è un verdetto che farà discutere.

La corte ha ridotto da 14 anni a 5 anni la condanna per Antonio Ciontoli per omicidio colposo, confermati i 3 anni a Federico, Martina e Maria Pezzillo. Assolta Viola.

In primo grado, per omicidio volontario con dolo eventuale, la Corte d’Assise aveva stabilito 14 anni per Antonio Ciontoli, capofamiglia e maresciallo della Marina che si era attribuito la responsabilità dello sparo. Tre anni per omicidio colposo la pena chiesta per la moglie Maria Pezzillo e i figli Federico e Martina, fidanzata della vittima. Viola Giorgini, fidanzata di Federico Ciontoli e anche lei in casa la sera della tragedia, era stata assolta dall’accusa di omissione di soccorso.