Il Presepe vivente torna nel bosco di Palo Laziale

0
1005

Il Presepe Vivente torna a casa, ovvero nella suggestiva cornice del Bosco di Palo.

Negli ultimi due anni infatti, a causa della chiusura del bosco per l’assenza di sicurezza, la ProLoco aveva spostato l’evento in altri luoghi della città di Ladispoli. Per ultimo via Duca degli Abruzzi.

«Arriveremo al bosco in corteo, partendo dal mare, da via dei delfini», ha annunciato il presidente della Pro Loco, Claudio Nardocci. In testa al corteo ci saranno i Re Magi in sella ai loro cavalli. A seguire tutti gli altri figuranti: i legionari romani, maniscalchi, panettieri, fabbri. Non mancherà nessuno, grazie anche alla collaborazione attiva e del tutto gratuita dell’associazione Colle Etrusco (ci sarà inoltre un rappresentante della Decima Legio (l’associazione che rievoca la storia di Roma). Si parla di circa 100 figuranti a cui andranno ad aggiungersi anche i più piccini che ovviamente potranno prendere parte all’evento. All’interno del bosco saranno allestite 20 postazioni con altrettanti mestieri che saranno rappresentati. Il bosco sarà tutto illuminato e daremo veramente ai visitatori la sensazione  di essere stati catapultati indietro nel tempo. Cucineremo veramente, anche i fabbri sono dei fabbri veri che lavoreranno».
E per evitare incovenienti di qualsiasi tipo, come ad esempio nuovi atti di vandalismo all’interno del bosco, tutta l’oasi resterà chiusa al pubblico fino al giorno del Presepe Vivente. Per evitare che si ripeta quanto accaduto due anni fa, quando cioè ignoti appiccarono il fuoco alla capanna del Presepe Vivente, questa volta durante i giorni dell’allestimento e per tutta la durata dell’evento, l’area sarà sorvegliata.