Cerveteri, ecco perchè ha chiuso momentaneamente il cinema Moderno

0
299

Aveva ripreso la sua attività ma il cinema “Moderno” di Cerveteri da ieri è di nuovo chiuso. E non si sa ancora per quanto tempo ancora. Tutta colpa della crisi post Covid che ha costretto i gestori ad arrendersi praticamente subito dopo la riapertura avvenuta il primo luglio. Pochi gli spettatori, otto soltanto nel giorno dell’inaugurazione quando era stato proiettato il film “Un figlio di nome Erasmus”, commedia con Luca e Paolo, Ricky Memphis e Daniele Lotti. La produzione cinematografica è ferma, gli storici e piccoli cinema non riescono a sopportare i costi. Insomma le spese sono troppo alte al cospetto di un’affluenza bassa. “In un giorno soltanto – spiega Isabella Della Longa – di spettatori ne sono stati contati 300 in tutta Italia. Questa purtroppo è la realtà. Volevamo dare continuità nell’offerta degli spettacoli ma non ci sono proprio le condizioni. Ci spiace davvero tanto”. Il cinema Moderno di via Armando Diaz, gestito da Isabella e dal marito Mario Giuffrida, è un punto di riferimento sia per i cerveterani che per i ladispolani, quest’ultimi sprovvisti ormai da anni di una sala cinematografica. Discorso chiuso praticamente per luglio e agosto. Si spera a settembre possa riaprire i battenti. “Magari se ne riparlerà quando ci saranno meno restrizioni – conclude Isabella Della Longa – e i produttori sbloccheranno film importanti come Tenet, di Christopher Nolan e Mulan, della Walt Disney”.