40 anni fa’ ci lasciava Carmine Amoroso, per tutti “il Nonnetto”

0
164
carmine amoroso

«Esattamente nel 1980. È un ricordo sincero, del pioniere nella rottamazione auto, il fondatore. Figli e nipoti ancora oggi esercitano il suo stesso lavoro, un piccolo grande uomo, proprio per via della sua statura gli arrivò il soprannome, simbolo di identità ladispolana. I soprannomi erano tanti e ognuno con la sua storia di vita: lo ricordiamo con la sua bmw rosso amaranto, all’epoca era una vettura di alto livello, e lui piccoletto che la guidava come fosse una piccola e maneggevole vettura. Una famiglia numerosa la sua, a cui non ha fatto mancare mai nulla, era di poche parole, onesto e serio sia nel lavoro che nei rapporti sociali. Con chi aveva più confidenza era uno spasso, scherzoso e sempre pronto alla battuta. Classe 1925, con forza e vitalità infinite.
Oggi lo ricordiamo quale nostro concittadino storico e pioniere nel suo lavoro , ben tre generazioni nel mondo della rottamazione auto qui a Ladispoli, tutti noi conosciamo i suoi figli, nipoti.
Chi era il nonnetto…era una persona generosa e premurosa, se lo incontravi la prima cosa che ti diceva: “ragazzi colazione”, e ti offriva cappuccio e cornetto, e prima di andarsene si raccomandava sempre dicendo “state attenti e non vi allontanate”. Un Nonnetto per tutti noi che oggi, a quarant’anni dalla sua scomparsa, esorto Ladispoli a ricordare. Oso di più, aspico in città un luogo a lui dedicato.».
Franco Conte