UN FONDO DI SOLIDARIETÁ PER FAMIGLIE E IMPRESE A FIUMICINO

0
437

É LA PROPOSTA DI CENTRODESTRA E CIVICHE CONTRO IL CARO BOLLETTE.

“Istituire un fondo di solidarietà per famiglie e imprese di Fiumicino gravemente provate dal caro bollette”. E’ quanto prevede una mozione, presentata dal centrodestra e liste civiche, per aiutare i tanti cittadini del territorio alle prese con il caro energia.
“Dopo la crisi dovuta al Covid e ai due anni di chiusure, che già avevano messo a dura prova non solo la tenuta economica della nazione, ma di ogni singolo nucleo familiare, la guerra alle porte dell’Europa ha provocato con un vertiginoso aumento dei costi di materie prime a livello internazionale, con ripercussioni ingenti sui costi delle bollette di luce e gas – spiegano i consiglieri firmatari Severini, Baccini, Coronas, Costa, D’Intino e Poggio – è tempo che anche il Comune agisca”.
“Riteniamo infatti che gli aiuti che arrivano dal Governo costituiscono solo un labile palliativo. E, visto che il Comune di Fiumicino, dati alla mano, ha redatto un Bilancio consolidato 2021 chiuso in attivo con oltre 8 milioni di euro, l’Amministrazione è in grado di intervenire con un aiuto fattivo a famiglie e imprese tramite l’erogazione di un contributo straordinario e a fondo perduto per fronteggiare l’aumento delle bollette di luce e gas. Davanti alle esigenze che riguardano tutti i cittadini non possono esserci bandiere e colori politici: siamo sicuri che la situazione di famiglie e imprese del territorio stia a cuore a tutti i membri del Consiglio comunale. Per questo chiediamo l’istituzione di un fondo di solidarietà, eventualmente attingendo dal Fondo di Riserva o istituendone uno apposito, coinvolgendo gli uffici comunali preposti allo studio di fattibilità di tale proposta”, concludono i consiglieri di opposizione.