L’Alberghiero di Ladispoli alla mostra Dream di Danilo Eccher

0
61

Un viaggio nel mondo dei sogni, ma rimanendo con gli occhi ben aperti per non perdere neanche un frammento della straordinaria mostra “Dream”, curata da Danilo Eccher. Gli studenti dell’Istituto Alberghiero tornano al Chiostro del Bramante, accompagnati dalle loro docenti Giovanna Albanese, Floriana Marinzuli, Carmen Piccolo e Maria Grazia Vasta.

Dream nel senso di esplorazione, conoscenza ed emozione, ma anche come espressione della parte più profonda dell’essere umano: è questa la chiave di lettura per accedere ai «vasti e profondi territori dell’anima» – afferma il curatore dell’esposizione Danilo Eccher, già Direttore della Galleria civica d’arte contemporanea di Trento, della GAM (Galleria d’arte moderna di Bologna), del MACRO (Museo di arte contemporanea di Roma) e della GAM (Galleria civica d’arte moderna e contemporanea) di Torino.

Un’esperienza percettiva fuori dall’ordinario, un’immersione nei linguaggi e nelle poetiche artistiche più innovative e suggestive dell’arte contemporanea, un’iniziazione alla creatività più anticonvenzionale ed estrema: la mostra di Eccher chiama a raccolta i nomi più noti dell’arte contemporanea (Bill Viola, Anish Kapoor, Luigi Ontani, Mario Merz, James Turrell, Anselm Kiefer, Jaume Plensa, Giovanni Anselmo, Christian Boltanski, Doris Salcedo, Henrik Håkansson, Wolfgang Laib, Claudio Costa, Kate MccGwire, Tsuyoshi Tane, Ryoji Ikeda, Alexandra Kehayoglou, Peter Kogler, Ettore Spalletti, Tatsuo Miyajima) per evocare le dimensioni dell’onirico, dell’inconscio, della magia e dell’incanto.

La mostra è la terza della trilogia iniziata con ‘Love. L’arte incontra l’amore’ (2016) e proseguita con ‘Enjoy. L’arte incontra il divertimento’ (2017). Ad accompagnare i visitatori un’audioguida di nuova concezione con il racconto della mostra interpretato da 14 attori italiani e scritto dallo scrittore napoletano Ivan Cotroneo.

“Per noi, quello al Chiostro del Bramante è diventato un appuntamento imperdibile – ha sottolineato la Prof.ssa Giovanna Albanese – L’Istituto Alberghiero ha un Indirizzo di Accoglienza Turistica e da sempre puntiamo ad affiancare all’apprendimento in aula quello ‘extra-moenia”. Crediamo in una formazione ‘olistica’ dello studente, tanto più in una società e in un mercato del lavoro come quelli attuali, caratterizzati da una crescente complessità. Moltiplicare quanto più possibile le occasioni e le esperienze di apprendimento è il modo migliore per raggiungere l’obiettivo di una completa crescita umana e professionale”.

La mostra è aperta fino al 5 maggio 2019.