Incassava la pensione della madre, acciuffata dalla Finanza di Ladispoli

0
723
contraffazione

I finanzieri del Comando Provinciale Roma hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal Tribunale di Civitavecchia, nei confronti di una cittadina italiana che aveva continuato ad incassare gli assegni corrisposti dall’INPS come pensione sociale in favore della mamma residente in Argentina.

In particolare, dalle indagini condotte dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Ladispoli, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Civitavecchia, è emerso che una signora 80enne ha continuato a percepire illegittimamente la pensione della madre, omettendo di comunicare all’INPS l’avvenuto trasferimento di residenza dell’anziana donna in Argentina.

I successivi approfondimenti economico-finanziari, svolti dalle Fiamme Gialle di Ladispolisu delega dell’Autorità Giudiziaria di Civitavecchia, hanno permesso poi di ricostruire il patrimonio personale dell’indagata, ivi comprese le disponibilità di denaro sui conti correnti personali.

La Procura di Civitavecchia ha così chiesto e ottenuto il provvedimento di sequestro delle somme contenute sui conti correnti, nonché di un immobile sito nella Provincia di Roma, per un valore di oltre 80.000 euro corrispondente agli importi illecitamente percepiti.

Il servizio si inserisce nel complesso delle attività svolte dalla Guardia di Finanza di Roma per la corretta spesa pubblica e la tutela dei cittadini onesti.