Il delegato Giardina assicura: “Al Jova party nessun rischio per la palude di torre Flavia”

0
318

Riceviamo e pubblichiamo.In qualità di Delegato alle aree protette del Comune di Cerveteri, vorrei fare chiarezza sulla reale posizione assunta dalla LIPU Nazionale a suo tempo, quando in data 18 Gennaio u.s. rispose ufficialmente alla richiesta del Sindaco Alessio Pascucci, volta ad ottenere  un parere di idoneità o meno,  sul sito prescelto per il  concerto di Jovanotti, dopo un apposito sopralluogo nella zona di Campo di mare. La Lipu è stata invitata e coinvolta nella Conferenza dei servizi insieme a tutti gli Enti preposti e, sebbene non possa esprimere prescrizioni vincolanti, l’organizzazione del concerto ha deciso comunque di recepire tutte le indicazioni fornite, come il posizionamento del fronte del palco verso Nord e la previsione di una vigilanza speciale agli ingressi della palude sia lato Cerveteri che lato Ladispoli, visto il diniego del Sindaco Grando di impiegare il proprio personale a tutela dell’ingresso di sua competenza. Per quanto riguarda i lavori di bonifica sul Lungomare è stato affidato l’incarico ad un esperto agronomo esterno che, dopo un’indagine vegetazionale, ha confermato l’assenza di specie dunali. Concludo, come Delegato del Sindaco, esprimendo tutta la mia soddisfazione per avere finalmente il lungomare bonificato e illuminato, comprese le aree attigue e le aree verdi, con nessuna spesa comunale a fronte di questo miglioramento per Campo di mare che rimarrà ai cittadini. Ricordiamo che tutti i Comuni d’Italia che ospitano il Jova Beach Party hanno investito migliaia di euro per avere l’evento (il Comune di Vasto e la Regione Abruzzo hanno investito addirittura 80 mila euro), mentre per la tappa di Cerveteri, unico caso in Italia, la società ha investito oltre 50 mila euro per i lavori di sistemazione dell’area concerto e delle aree circostanti. Lunedì scorso ero presente alla Conferenza stampa indetta  dal Sindaco, ho assistito ai vari interventi, e, debbo constatare con disappunto, che nessuno dei partecipanti ha posto  le domande relative alla questione, in quella sede assai più opportuna ed indicata. Auspico, quindi,  che questa mia comunicazione possa chiarire molti aspetti di questa vicenda e che metta fine a tutte le illazioni strumentali che, purtroppo, stanno circolando. Già in questi giorni si parla di Cerveteri nelle principali testate nazionali come il Corriere della Sera e La Repubblica, il concerto sarà un grande momento di festa e di visibilità per la nostra città e un momento per promuovere anche la bellezza e l’unicità della nostra Palude di Torre Flavia.

Roberto Giardina

DELEGATO PER LE AREE PROTETTE

COMUNE DI CERVETERI