“Il calcio italiano non può attendere fino a giugno per conoscere il nome del nuovo allenatore della Nazionale”

0
645

“La scelta del nuovo allenatore della Nazionale sembra essere un’impresa più improba della formazione del Governo dopo le elezioni. Il calcio italiano non può attendere oltre, basta con i giochi di potere e le congiure di palazzo che hanno portato dalla disastrosa eliminazione dell’Italia dai Mondiali in Russia. Chiediamo immediatamente la nomina del nuovo Commissario tecnico. Anche per evitare di continuare ad andare a fare figuracce in giro per l’Europa come ieri sera con l’Argentina”.

Le parole sono del manager ed agente Fifa, Alessio Sundas, che ha lanciato un appello pubblico a non perdere ulteriormente tempo ai vertici della Federazione italiana gioco calcio. In particolare, il responsabile della Sport Man Procuratori Sportivi si è rivolto a Billy Costacurta, che ha assunto un ruolo fondamentale nella commissariata FIGC.

“Costacurta è stato un campione di altissimo livello – prosegue Sundas – conosce a fondo i problemi del calcio italiano, è sicuramente la persona giusta al posto giusto per individuare l’allenatore migliore per la Nazionale. Ci sono impegni pressanti che attendono gli Azzurri, occorre ricostruire quel rapporto di amore con i tifosi, sono ancora aperte le ferite della vergognosa eliminazione dalla fase finale della Coppa del Mondo. Sono passati quattro mesi dalla più brutta pagina della storia della Nazionale, il balletto sulla scelta del selezionatore azzurro sta diventando stucchevole ed incomprensibile. Sul tavolo ci sono i soliti nomi, più il tempo passa, meno sarà semplice effettuare la scelta giusta, la fretta potrebbe causare gli errori del passato. I tecnici più papabili sono Carlo Ancelotti, Antonio Conte e Roberto Mancini, salvo che dal cilindro di Billy Costacurta non salti fuori un candidato a sorpresa, ipotesi che però appare remota. Non entriamo nel merito dei nomi, ci auguriamo di avere presto il nuovo Commissario tecnico, invitiamo le persone preposte alla scelta a non trincerarsi dietro al fatto che molti allenatori sono ancora sotto contratto. La storia insegna che ogni contratto si può stracciare con un accordo tra le parti. Senza dimenticare che occorre avere il massimo rispetto per il mister Gigi Di Biagio,  allenatore dell’Under 21, chiamato a traghettare la Nazionale per le due amichevoli di prestigio con l’Argentina e l’Inghilterra. Abbiamo letto che il nuovo Commissario tecnico non sarà annunciato prima di giugno, ci auguriamo sia solo un pesce d’aprile anticipato. Scegliete l’allenatore migliore, ma fate presto”.