Campo di Mare, cinque alberi di tamerice all’ingresso della Palude di Torre Flavia

0
167

L’ingresso dell’area protetta della Palude di Torre Flavia a Campo di Mare si arricchisce di nuove alberature.

Sono state ultimate infatti le operazioni di piantumazione di cinque nuovi alberi di tamerice, che andranno da impreziosire notevolmente quello che a tutti gli effetti è un patrimonio naturalistico di estremo valore che con un lavoro sinergico tra l’Assessorato alle Politiche Ambientali del Comune di Cerveteri, Città Metropolitana di Roma Capitale, ARSIAL e associazioni di volontariato ambientalistico e naturalistico si sta valorizzando e promuovendo in particolar modo tra giovani e scolaresche.

“Si tratta di cinque alberi già esistenti a Campo di Mare, precisamente vicino alla spiaggia dell’Associazione Nautica, quest’estate spostatasi più a Nord – ha dichiarato l’Assessora alle Politiche Ambientali Elena Gubetti – grazie alla disponibilità del Presidente della Nautica, Celso Caferri, e di tutto il Direttivo dell’Associazione, abbiamo recuperato questi alberi e li abbiamo riposizionati in una zona naturalistica come la Palude, con la speranza di riconsegnarli a nuova vita e a nuove fioriture. Continueremo a lavorare su quest’area, certi che il suo rilancio e la sua tutela possano rappresentare un punto di forza per la nostra costa e il nostro lungomare”.

“Colgo l’occasione – ha proseguito l’Assessora alle Politiche Ambientali Elena Gubetti – per ringraziare sentitamente in primis Corrado Battisti, Responsabile dell’area per conto della Città Metropolitana di Roma Capitale, per il continuo e certosino lavoro svolto. Così come ringrazio Gianluca Vannoli, dello Stabilimento da Ezio alla Torretta, come sempre resosi disponibile offrendo tempo e mezzi, ARSIAL, l’Associazione Nautica, la nostra Protezione Civile e i Delegati Roberto Giardina e Anna Maria Borrelli, sempre attenti alle tematiche della Palude di Torre Flavia”.