45 DONNE, SEGUITE DAL CENTRO ANTIVIOLENZA “FEDERICA MANGIAPELO”

0
93
violenza

Il 28 novembre alle 17 nell’aula consiliare di Trevignano il convegno “Fuori dal silenzio!”

Maltrattamenti in famiglia, stalking, violenza psicologica, violenza economica e la cosiddetta violenza assistita, ovvero quella compiuta dinanzi a minori. Sono questi i reati di maggiore frequenza che investono il centro antiviolenza “Federica Mangiapelo” di Anguillara Sabazia.

Sono ben 45 le donne che dal 2019 ad oggi si sono rivolte a questa struttura. Arrivano da Anguillara ma anche da Cerveteri-Cerenova, Canale Monterano, Oriolo Romano, Manziana, Bracciano e Roma. L’obiettivo è quello di un ritorno alla normalità attraverso un cosiddetto percorso di “fuoriuscita dalla violenza”.

Accoglienza, colloquio ma anche supporto psicologico, consulenza legale civile e penale, gratuito patrocinio con la presa in caro legale del caso giudiziario. Guardando al futuro si lavora anche all’orientamento abitativo e lavorativo verso la piena autonomia delle vittime. Molte risorse vanno alla sensibilizzazione col coinvolgimento delle scuole. “La strada della prevenzione – commenta il vicesindaco di Anguillara Paola Fiorucci – è l’unica percorribile. Per questa ragione il nostro impegno, in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, abbiamo voluto coinvolgere proprio i ragazzi. Col Centro Antiviolenza Federica Mangiapelo abbiamo promosso un incontro con gli studenti del liceo Vian e del liceo con testimonianze, letture, proiezioni video curati dagli studenti stessi. Tutto per ribadire un categorico no a tutti i tipi di violenza verso le bambine, le ragazze, le donne”.

Il fenomeno sta diventando emergenza sul territorio. Si moltiplicano i casi di cronaca nell’area della Compagnia Carabinieri Bracciano. A Anguillara, di recente, per giorni la tensione è stata alta tra familiari e forze dell’ordine per un minore sottratto alla madre dopo una pesante aggressione che non ha risparmiato nemmeno operatori della scuola. A Bracciano il magistrato ha convalidato l’arresto dell’uomo fermato il 18 novembre scorso. Agli uomini coordinati dal capitano Pietro Anelli la donna, che aveva chiamato il 112 allontanandosi da casa, ha raccontato che il 34enne, in preda all’alcool, nel corso di un violento litigio l’aveva colpita a pugni e schiaffi. La donna ha riportato lesioni al volto. E’ stata medicata all’ospedale Padre Pio.

A Bracciano la Giornata è stata ricordata il 25 novembre con l’iniziativa in aula consiliare con “Voci di donne dalla piéce teatrale ‘Donne fatali’ di Bianca Maria Alberi a cura di Sonia Boffa in collaborazione con Donne Pandora Onlus. Nuovo appuntamento per parlare di questi temi si tiene il 28 novembre alle 17 nell’aula consiliare di Trevignano col convegno “Fuori dal silenzio!” con diverse testimonianze tra le quali quella di una vittima di violenza, Laura Ruzza.

Graziarosa Villani