I CIBI DEL FUTURO

0
100

I dieci cibi del 2020: cosa mangeremo e quali saranno le tendenze a tavola, al supermercato e nei ristoranti

Dai prodotti ottenuti con agricoltura rigenerativa alle super farine, dai sapori dell’Africa occidentale ai menu gourmet per bimbi: Whole Foods Market, catena di supermercati bio statunitense di proprietà del gruppo Amazon, fa la sua previsione annuale sulle nuove frontiere alimentari per l’anno in arrivo.

Farine

Nel 2020 aumenterà l’uso di farina di teff, senza glutine, ottenuta dai semini di un cereale un tempo prettamente etiopico ed eritreo. Andrà forte anche il tigernut, derivata dalle omonime noccioline. Una sopresa le farine di frutta e verdura, ad esempio banana e cavolfiore. E per gli sportivi, si confermano le super farine ricche di proteine ​​e fibre.

Snack

Anche per lo spuntino la parola d’ordine è fresco: nel banco frigo dei supermercati si trovano uova sode con condimenti salati, zuppe bevibili, barrette con frutta e verdura. La lista degli ingredienti degli snack si accorcia (basti pensare all’uso dei conservanti) e diventa più salutare.

SNACK

Zuccheri 

Vertiginoso calo per lo zucchero, ma flessione anche compagni stevia, miele e sciroppo d’acero. Arrivano nuovi ingredienti per dolcificare: riduzioni sciroppose di frutta ottenute con melograno, datteri, cocco, l’asiatico monk fruit. Ok pure gli sciroppi dolci da amidi come sorgo e patate dolci o lo swerve, un dolcificante non glicemico a zero calorie.

DOLCIFICANTI ALTERNATIVI

 

Carne e vegetali

La mania per il green arriva anche in macelleria. La tendenza è quella di proporre hamburger che alla carne mescolano una parte vegetale. In questo modo si ha un prodotto più sano, più rispettoso dell’ambiente e più economico.

CARNE&VERDURE

 

Burro sempre e comunque, ma solo vegetale

Il 2020 sarà l’anno dei burri vegetali: oltre alla tahina (ottenuta dal sesamo) arrivano cremose salse vegane fatte con burro di semi di anguria, di zucca, di noci, di mandorle, di ceci e chi più ne ha ne metta.

BURRO VEGETALE

Drink zero alcol

Il sapore non cambia, perciò si confermano i cocktail analcolici che cercano di ricreare il sapore dei drink classici: gli ingredienti sono ottenuti con metodi di distillazione tipici dei prodotti alcolici. Berremo senza sensi di colpa un gin tonic o il Martini alcol free.

DRINK NO ALCOL

Bambini: i menù gourmet

Per buongustai del futuro solo cibi gourmet. Nei menù per bimbi, pasta colorata con farine vegetali, bocconcini di pollo bio, bastoncini di salmone senza panatura,  alimenti fermentati e speziati.

MENù BIMBI

Agricoltura rigenerativa

Nuova e (si spera lunga) vita a coltivazioni e allevamenti che mirano a recuperare terreni degradati e impoveriti da eccessivo sfruttamento. Migliorano la biodiversità e aumentano la cattura di carbonio da parte del suolo, con un impatto positivo sui cambiamenti climatici.

 

AGRICOLTURA RIGENERATIVA

Prodotti vegetali (soia a parte)

La soia rallenta a favore di nuove miscele comunque proteiche: fagioli verdi, semi di canapa, zucca, avocado, semi di anguria, alga clorella dorata…

MISCELE PROTEICHE

Cibi dall’Africa occidentale

Attirano i piatti della tradizione africana. La basi sono due: pomodori, cipolle epeperoncini oppure arachidi, zenzero e citronella. Gli ingrdienti da mixare sono tamarindo, moringa e cereali della zona come sorgo, fonio, teff e miglio. Da Niger, Senegal, Sierra Leone, Costa d’Avorio, Mali e Nigeria arrivano anche piatti come il pollo yassa o il riso jollof.

(Fonti varie/Wired)