I 121 anni della LAZIO

0
490
Lazio

Nata il 9 Gennaio 1900, la società biancoceleste nel corso della sua storia ha vissuto momenti di trionfi uniti a momenti di difficoltà, sapendosi sempre rialzare.

di Christian Scala

L’inizio

Luigi Bigiarelli è stato il fondatore, i colori biancocelesti furono scelti in onore della Grecia che nel 1896 organizzò le Olimpiadi, considerate le prime dell’era moderna, Sante Ancherani il primo capitano, già agli inizi la Lazio si impose come una delle realtà più importanti, sia del calcio sia dello sport romano, tra le imprese storiche dei primi anni rientrano le tre partite vinte in un giorno contro le toscane Pisa e Livorno, anche se per vincere un trofeo la Lazio dovrà attendere 58 anni, quando vinse contro la Fiorentina la Coppa Italia. La Lazio non è solo calcio, per lei hanno corso i fratelli Fausto e Serse Coppi nel ciclismo, nel nuoto Bud Spencer, prima ancora di iniziare la proficua carriera di attore, inoltre sono presenti molte sezioni, dall’atletica al motociclismo, passando per il basket e il karate, facendo diventare la società biancoceleste la più grande polisportiva d’Europa, oltre che la più antica, con un totale di 45 associazioni sportive e 17 attività associate.

I grandi trionfi

Nonostante l’arrivo di Silvio Piola, la Lazio non è mai riuscita a vincere lo scudetto, questo fino al 1974, quando guidati da Tommaso Maestrelli e trascinati dalle reti di Giorgio Chinaglia, la squadra biancoceleste dopo averlo sfiorato da neopromossa l’anno precedente, vincendo 1-0 all’Olimpico contro il Foggia conquistarono il primo storico trionfo, era una squadra quella che nonostante fosse divisa in clan, la Domenica conquistava vittorie su vittorie e trattava l’allenatore come un padre. La malattia di Maestrelli gettò nello sconforto la squadra, l’allenatore spirò nel 1976, ma il mese successivo arrivò un altro lutto, quello di Luciano Re Cecconi, ucciso da un colpo di pistola per uno scherzo finito in tragedia, gli anni 80 furono anni amari, la Lazio andò in B e nel 1987 si salvò nonostante una penalizzazione di nove punti, l’anno successivo il ritorno in A, l’avvento di Sergio Cragnotti portò la Lazio a una serie incredibili di vittorie in Italia e in Europa, nel 2000 arrivò il secondo scudetto, ma anche questa fu una gioia di breve durata, la società rischiò il fallimento e nel 2004 fu salvata da Claudio Lotito.

Verso una nuova era

L’imprenditore risanò i conti, nel 2007 il ritorno in Champions League, l’arrivo di Simone Inzaghi come allenatore ha significato molto per la Lazio, lo scorso campionato la squadra a sorpresa stava lottando per lo scudetto, dopo la ripresa causa pandemia, la squadra perse la brillantezza, conquistando comunque la qualificazione in Champions League, dove in questa stagione è attesa dall’impegno contro il Bayern Monaco agli Ottavi. La Lazio rappresenta un pezzo di storia del calcio italiano e dello sport e continuerà a farlo per sempre.