CITTADINI PER L’ARIA, INSIEME PER CIVITAVECCHIA

0
232
cittadini per l'Aria

CON CIVITAVECCHIA BENE COMUNE, NABU E FORUM AMBIENTALISTA.

Lunedì dopo la conferenza in Aula Cutuli sono stati accolti al Pincio per intrattenere un confronto con il primo cittadino Ernesto Tedesco.

Fumi delle navi in porto, le associazioni avvertono con dati alla mano.
Le misurazioni effettuate dall’esperto Axel Friedrich (Nabu) parlano di picchi di particolato 90 volte superiori rispetto a dove l’aria può considerarsi pulita.

Civitavecchia presenta problematiche simili alle altre città portuali già prese in analisi da Cittadini per l’Aria. Si è rivelata la presenza oltre che del particolato, anche di ossido e biossido di azoto, anidride carbonica, NOx e altri gas inquinanti. Le navi da crociera sarebbero il principale problema.

Cittadini per l’Aria: confronto con il sindaco

“Il Sindaco Tedesco ci ha accolto con cordialità e ha intrattenuto con tutti i rappresentanti dei comitati un confronto impegnato e sensibile– dice Anna Gerometta, Presidente di Cittadini per l’Aria- Abbiamo discusso insieme possibili soluzioni per migliorare la qualità dell’aria di Civitavecchia e il sindaco si è mostrato disponibile e sosterrà concretamente la causa firmando la lettera che stiamo preparando e verrà presentata al Parlamento Europeo per favorire la limitazione dei NOx. “

Sono state vagliate soluzioni come l’utilizzo di carburanti più puliti e l’adozione di filtri specifici antiparticolato, ma anche l’elettrificazione delle banchine e la modulazione da parte della Capitaneria di Porto di tariffe diversificate per la permanenza in porto in base all’impegno della singola compagnia contro l’inquinamento.

Possibile strada anche la ricostruzione di un gruppo ANCI delle città di porto per intavolare un confronto sostenibile e consentire l’attuazione di protocolli nazionali unici, soprattutto considerando che l’IMO si è presa l’impegno di adottare l’area ECA nel Mar Mediterraneo a partire dal 2025.