Asilo nido, fumata bianca

0
876

La struttura sorgerà  in via Salvatore Ferretti
e sarà finanziata dalla Regione Lazio

Ci sono notizie attese da decenni. Sospirate, quasi chimere. Ed intanto gli anni passano. Finalmente, pur usando tutte le cautele del caso, è arrivata la fumata bianca per la costruzione di un asilo nido pubblico a Cerveteri. Ovvero una struttura dove le famiglie possano portare i loro bimbi, senza essere più costrette a sborsare fior di quattrini per lasciarli in ludoteche private e non sempre impeccabili. La notizia è arrivata direttamente dal palazzetto comunale, confermata dal vice sindaco Giuseppe Zito che ha illustrato i dettagli dell’operazione che sarà concretizzata per il prossimo anno scolastico. La struttura per bambini sorgerà in via Salvatore Ferretti, nella zona di Madonna dei Canneti e nascerà grazie al progetto Mille asili per il Lazio, finanziato dalla Regione. Un piano finalizzato al potenziamento delle scuole dedicate alla prima infanzia nel territorio regionale, per garantire livelli elevati nell’attenzione dei bambini nei primi anni di vita. Una richiesta, peraltro, reiterata da tanti anni dalle famiglie di Cerveteri. Entusiasti ovviamente gli amministratori comunali che caleranno anche questo asso sul tavolo della imminente campagna elettorale.
“La città di Cerveteri – dichiara Zito – ha concorso ad un bando pubblico di appalto integrato complesso per la realizzazione di cinque asili nido prefabbricati e si è aggiudicata l’opera insieme ai comuni di Guidonia Montecelio, Sacrofano, Borgorose e Formia. Nello specifico l’opera prevede la realizzazione di un fabbricato in legno a basso impatto ambientale e da realizzare in tempi strettissimi per avviare il nuovo servizio educativo a settembre del 2017. La costruzione è antisismica e prevede un intervento diretto della Regione Lazio, a carico della stessa. Al Comune, invece, andranno gli oneri per i lavori di urbanizzazione dell’area e per gli arredi scolastici necessari. L’asilo ospiterà fino a 30 bimbi. È tutto pronto, a fine settembre è stata convocata la Conferenza dei servizi in Regione alla quale parteciperanno tutti i soggetti coinvolti nella fase autorizzativa. È un’opera che la città aspettava da tempo. Cogliamo l’occasione per ringraziare Concetta Galluso, che era assessore alla pubblica istruzione quando fu richiesto il finanziamento”.
Da notare che se Cerveteri ride, Ladispoli non può dire altrettanto in materia di asili nido. È infatti slittata di qualche mese l’apertura della ludoteca pubblica dell’asilo di via Luisiana nel quartiere Miami. L’opera, realizzata con un finanziamento regionale di 500.000 mila euro, è di fatto conclusa, ma non è stata ancora inaugurata. A breve partirà il bando per chi dovrà gestire la struttura in grado di accogliere almeno 30 bambini. Ci sarà un’area verde con zone attrezzate per il gioco all’aria aperta.