Alimentazione in estate secondo la medicina cinese

0
244
Laura Vanni
Operatore tuina, istruttore
di taijiquan e qi gong

L’estate secondo la medicina cinese è la stagione di massima crescita ed espansione.

È il massimo dello Yang, corrisponde all’Elemento Fuoco.

Si associano al Fuoco e all’estate il Cuore e il piccolo intestino (viscere in medicina cinese associato al Cuore).

Nel mondo vegetale, in estate maturano i frutti, nel cosmo il sole è alto e caldo, nell’organismo l’energia si superficializza e il sudore porta il Qi verso l’esterno.

Un aiuto importante in questa calda stagione ci arriva dall’alimentazione.

Il primo consiglio dalla tradizione cinese ma anche dalla tradizione delle nostre nonne è quello di mangiare frutta e verdura di stagione.

Questo perché la natura risponde alle nostre necessità. Quando fa caldo con l’alimentazione si rinfresca, quando fa freddo si riscalda… in estate la natura ci offre frutta e verdura di natura fresca, ricca di Yin, spesso di sapore “acido”, utile a “trattenere” i liquidi che tendiamo a disperdere in eccesso con il sudore. Bisogna favorire questo movimento verso l’esterno ma allo stesso tempo bisogna recuperare i liquidi. L’ideale è mangiare alimenti “dolci” e “acidi” che insieme aiutano ad esteriorizzare (sudorazione), generare e contemporaneamente trattenere i liquidi nell’organismo. Non è un caso che la maggior parte della frutta estiva ha sapore che la dietetica cinese classifica come “dolce” e “acido”.

Un alimento estivo come sostegno nella calda estate: il cetriolo

Il cetriolo appartiene alla famiglia delle cucurbitacee, al pari delle zucchine, delle zucche, dei meloni e dell’anguria

La tradizione occidentale indica nel cetriolo un concentrato di minerali (ferro, zolfo, potassio, sodio, calcio, iodio, manganese) e di vitamine (alcune vitamine del gruppo B e inoltre, tra le altre, vitamine C, K, E…).

Questi nutrienti si concentrano nella buccia e nei semi che, pertanto, andrebbero consumati. Va detto, però, che proprio la buccia ed i semi possono rendere questo ortaggio poco digeribile. In questo, caso il consiglio è di eliminare i semi e/o sbucciarlo tagliarlo a fette, salarlo e lasciarlo a scolare per circa mezzora.

Il concentrato di liquidi nel cetriolo è altissimo (96% circa di acqua) e questo lo rende molto indicato al consumo estivo, soprattutto durante le giornate più calde.

Il cetriolo nella dietetica cinese

La dietetica cinese classifica il cetriolo per le sue qualità energetiche. In particolare, conferisce al cetriolo Natura Fredda e Sapore Dolce, leggermente Amaro.

Il tropismo del cetriolo è indirizzato allo Stomaco, al Polmone e al Rene.

Il cetriolo purifica il Calore e seda il Fuoco.  Per questo è particolarmente adatto alle calde temperature estive, anche con effetto sulla pelle qualora questa fosse interessata da manifestazioni di calore (eritemi, eczema…) o da scarsa idratazione.

L’azione idratante, decongestionante e rinfrescante del cetriolo sulla pelle è, infatti, ancora più evidente utilizzando il cetriolo con applicazioni locali.

Il cetriolo sostiene in modo significativo i liquidi organici ed è quindi particolarmente indicato in presenza di sete intensa e di secchezza, manifestazioni tipiche del più ampio deficit dello Yin.

Altra azione del cetriolo è quella diuretica, con azione importante nel “muovere l’acqua” mobilizzando anche i liquidi stagnanti, con buon effetto, quindi, in presenza di edema.

La combinazione delle azioni sul Calore (purificante) e sui Liquidi (drenante e mobilizzante) fanno del cetriolo un ottimo alleato in caso di calore-umidità, patogeni spesso associati alle tipiche manifestazioni di disagio estivo.

Come scegliere i cetrioli

Quando scegliamo i cetrioli in un supermercato o nella frutteria di una grande città osserviamoli con cura.

I cetrioli devono avere una buccia tesa e non aggrinzita in quanto questo mostrerebbe che l’ortaggio è in disidratazione e quindi è stato raccolto da troppo tempo o ha sofferto il caldo.

Per lo stesso motivo, palpiamo le due estremità: questi sono i punti in cui il cetriolo inizia a “svuotarsi” quando inizia a perdere liquidi e sostanze. Le estremità devono essere sode e non mollicce.

Per quanto riguarda le dimensioni, l’ideale è scegliere una dimensione media in quanto i cetrioli troppo piccoli possono indicare ortaggi raccolti prima della completa maturazione; al contrario, cetrioli troppo grandi – oltre ad essere più ricchi di semi – possono indicare ortaggi raccolti troppo tardi, con eccessiva maturazione e, quindi, con la perdita di una parte delle sostanze nutritive.

La medicina cinese non è una pratica sanitaria ma una pratica energetica per favorire il benessere a 360 gradi
Per tutti i lettori dell’Ortica valutazione energetica gratuita.

Puoi trovare diversi articoli sul tema della valutazione della lingua sul mio sito www.lauravannimedicinacinese.it e sul sito www.medicinacinesenews.it