Ad Avellino oggi serve un Ladispoli coraggioso e battagliero

0
277
I tifosi dell'Avellino a Ladispoli. (foto di Felicia Caggianelli)

Inizia oggi, con la ventesima giornata di campionato, il girone di ritorno della Serie D.

E per il Ladispoli, dopo la pausa estiva, si ricomincia con la trasferta più difficile dell’anno. Ma anche quella più affascinante di tutto il Girone G. Si giocherà oggi alle 14,30, neve permettendo, allo stadio Partenio di Avellino, teatro per tanti anni delle imprese degli irpini in Serie A e Serie B. Un terreno calcato in passato da Juventus, Napoli, Milan, Inter e Lazio, ora teatro delle gare con Trastevere, Lanusei e Cassino dopo il crollo societario del club biancoverde. Sarà un match affascinante, così come fu lo scorso 16 settembre quando all’esordio in campionato fu l’Avellino a scendere in campo allo stadio Angelo Sale, accompagnato da centinaia di tifosi che non hanno abbandonato la squadra del cuore nemmeno dopo il ruzzolone in Serie D. Acqua sotto i ponti ne è passata tanta, sia Ladispoli che Avellino hanno cambiato allenatore, temendo che i rispettivi obiettivi si allontanassero. Attualmente entrambe le compagini possono raggiungere i traguardi fissati ad inizio stagione, l’Avellino ha tutte le possibilità di qualificarsi per i play off promozione, il Ladispoli è in piena corsa per la salvezza, i 21 punti conquistati sono un ottimo viatico per il giro di boa. La partita odierna per i rossoblu è difficile, servirà una prestazione coraggiosa e temeraria per uscire dal Partenio con i punti, tentando di sfruttare anche le condizioni climatiche che potrebbero favorire chi si difende. La cura del mister Cotroneo ha già fruttato 4 punti in due gare, tornare da Avellino con un risultato positivo sarebbe il modo migliore per iniziare il nuovo anno. In Irpinia il Ladispoli non sarà solo, saranno almeno un centinaio i tifosi che sfideranno la neve per incitare i rossoblu nella partita più suggestiva del campionato.