Ulivi. Anguillara Sabazia batte il precedente record dell’Etiopia!

0
403
ulivi

Piantati 16 ulivi in meno di 8 secondi da 24 cittadini di Anguillara Sabazia, in prima linea il sindaco, Sabrina Anselmo insieme al precedente,Francesco Pizzorno.

 

L’insolita gara a distanza si è disputata domenica 15 dicembre alle ore 10, ad Anguillara Sabazia, presso la Stazione del Cinema (l’ex consorzio agrario). La squadra, formata da residenti e da rappresentanti dell’amministrazione comunale, hanno battuto ogni record precedente sulla velocità di piantumazione degli Ulivi. L’iniziativa, ideata da Yosèf Solazzo ed organizzata dall’O.N.S.U. (Osservatorio Nazionale Sicurezza Urbana) e dal K.K.L. Italia Onlus, rientra nel progetto “Città Sicure”.

L’obiettivo dei partecipanti è stato raggiunto: sono riusciti a piantare 16 Ulivi in meno di 8 secondi, dimostrazione che il piano Ossigeno della regione Lazio ad Anguillara si potrebbe attuare in meno di un ora
 
“Il piano Ossigeno, rispondendo alle direttive del CREA, prevede di piantare un albero per ogni cittadino residente sul territorio – ricorda Solazzo – perché gli alberi si nutrono di anidride carbonica. Gli alberi sono lo strumento naturale per ridurre la principale causa dell’aumento dei gas serra nell’atmosfera terrestre e quindi dell’innalzamento delle temperature. Gli alberi e le piante emettono ossigeno, filtrano le sostanze inquinanti, prevengono l’erosione del suolo, regolano le temperature. Sono macchine meravigliose per invertire il cambiamento climatico. Per frenare il riscaldamento globale bisogna cambiare i consumi, usare energie rinnovabili, mangiare meno carne, razionalizzare i trasporti.Tutti rimedi efficaci nel lungo periodo. Ma abbiamo poco tempo e il termometro globale continua a salire. Piantare alberi. Gli scienziati di tutto il mondo concordano: riforestazione!”.