REDDITO DI CITTADINANZA ALLA BRIGATISTA SARACENI: ESPLODE LA POLEMICA

0
166

Condannata a 21 anni per l’omicidio di Massimo D’Antona, Federica Saraceni ha diritto al reddito di cittadinanza?

Reddito di cittadinanza. Nella lista di coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza risulta il nome di Federica Saraceni, la ex brigatista condannata per l’omicidio di Massimo D’Antona. La notizia, riportata da La Verità,  suscita indignazione e offende i parenti della vittima. Condannata a 21 anni per omicidio, Saraceni è dal 2005 agli arresti domiciliari con reddito, nonostante tra i requisiti per richiederlo ci sia quello di non essere sottoposti a misura cautelare personale.

Nonostante la tempestiva la risposta del Presidente dell’INPS, Pasquale Tridico: ”La  norma prevede che se una persona ha avuto una condanna nei 10 anni  precedenti c’è il blocco; lei l’ha avuta 12 anni fa. Basta leggere la legge” – è polemica. Il sentimento prevalente è quello di ingiustizia.

Ho provato un grande senso di ingiustizia. Non sempre quello che è legale è giusto“: lo dice a Radio Capital Olga D’Antona, moglie del giuslavorista. “L’ingiustizia non la subisco io, ma – aggiunge – la subiscono tutti i cittadini. La norma va rivista“.

Per il reddito di cittadinanza percepito da Federica Saraceni si attendono risposte da parte dei competenti uffici del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e da parte del Ministero della Giustizia.

Fonte RaiNews