Il segno del mese: ACQUARIO

0
2329
acquario

Dal 21 gennaio al 20 febbraio

a cura di P’Astra

CARATTERISTICHE Curiosi, intuitivi, originali e artistici, i nati sotto questo segno, sono ribelli ma conservatori, aperti a tutto quello che può portare a nuove idee e progetti anche se non sempre realizzabili. Utopici, idealisti, anticonformisti credono nella possibilità di trasformare il mondo in un posto migliore e si sentono come un cavaliere a servizio di un ideale supremo, ripudiando falsità ed egoismo. Il problema principale dell’Acquario, o Aquario, è che pensa che tutti ragionino con la sua mente, con i suoi ideali universali che considera come dogmi indiscutibili di un sommo bene. Sotto questo segno sono nati personaggi del calibro di Lincoln, Mozart, Darwin, Galileo, Jules Verne, Totò, Fellini e Vasco Rossi.

MITO E COSTELLAZIONE Conosciuta già nella Mesopotamia, gli antichi Egizi identificavano questa costellazione con il dio del Nilo, dispensatore di acqua propizia così come il fiume inonda di fecondità il terreno. Per la cultura greco-romana è, nel mito più conosciuto, Ganimede, figlio di Troo, il re di Troia. Zeus affascinato dalla sua bellezza se ne innamora perdutamente e, assunte le sembianze di aquila, lo rapisce per portarlo sull’Olimpo come coppiere degli dèi. La costellazione nonostante le sue grandi dimensioni contiene invece stelle non molto luminose tra le quali spiccano Sadal Melik (stella fortunata del re) e Sadal Suud (la più fortunata delle fortunate).

OROSCOPO 2020 E’ già dallo scorso anno che l’Acquario è insofferente per situazioni che trascina da tempo e allora cosa fare quando l’acqua colma il recipiente? Basterà fare ciò che per l’Acquario è facile: svuotare la brocca non pensando che rimarrà vuota ma vedendo questa massa d’acqua riversa come il Nilo che feconda nuove opportunità! Un passaggio che non dovrà avvenire con l’impeto tipico di quando viene rapito da nuove idee ma in modo pacato e riflessivo come quando riflette sui grandi temi universali. Punto fondamentale è recuperare i propri spazi per trovare tranquillità sia interiore che soprattutto esteriore: come il vaso che contiene l’acqua deve essere integro per non disperdere il nettare inutilmente, così anche il corpo ha bisogno di essere custodito. Capite i vostri limiti, non dimenticatelo! Bisognerà aspettare comunque la seconda metà dell’anno per sperimentare i benefici di una riflessione interiore e i cambiamenti meritati. La prima metà invece favorirà il piano sentimentale sia per chi ha rapporti stabili che per chi cerca una relazione duratura ma coinvolgente.

OROSCOPO LETTERARIO L’Acquario si stupisce, si chiude in se stesso se non è compreso, spinto dalla curiosità spesso rimane incagliato, si affanna in mille interessi, si sente stretto nel mondo, alla continua ricerca di nuove scoperte. E’ l’ora di ritrovare tranquillità che spesso è nelle cose semplici! Senza dubbi “Ventimila leghe sotto i mari” di Verne vi accompagnerà prima imbarcandovi sull’Abraham Lincoln e poi sul Nautilus con il capitano Nemo verso nuove avventure per ritrovare alla fine una spiaggia, se stessi.