“Fratelli d’Italia e Lega hanno votato contro i vaccini”

0
1152

Riceviamo e pubblichiamo da Raffaele Cavaliere.Giovedì notte, meglio il 28.7.17 la Camera dei Deputati ha approvato il D.L. 73/17 con le modifiche apportate precedentemente dal Senato della Repubblica. Ora sono 10 i vaccini obbligatori e la sanzione per i genitori che non intendono far vaccinare i propri figli è scesa a  € 500,-. Milioni di italiani, in tutte le città d’Italia hanno protestato contro il decreto Lorenzin, i mass media non hanno riportato nulla delle proteste, eccetto l’ultimo giorno dove nel presidio romano alcuni Deputati sono stati “insultati”. Una manifestazione così pacifica diffusa su tutto il territorio italiano non si era mai vista prima. Migliaia di genitori e non, hanno cercato di difendere i minorenni da questa “sperimentazione a cielo aperto” imposta con decreto del Governo Gentiloni.  Purtroppo il Governo Gentiloni, come quelli precedenti: Renzi, Letta e Monti, ha nuovamente utilizzato lo strumento del voto di fiducia per impedire il dibattito parlamentare. Ovviamente è completamente mancato il confronto con i genitori, le loro organizzazioni, le associazioni di consumatori e cittadini che hanno presentato denunce contro il D.L. 73/17 ora approvato.

E’ bene informare che Fratelli d’Italia e la Lega, NcS – Noi con Salvini è parte integrante- sia al Senato sia alla Camera hanno votato NO! Il voto contrario è stato motivato dalle questioni giuridiche di palese violazioni degli articoli Costituzionali, p.es.  diritto alla salute e i poteri dei genitori e gli argomenti riguardanti le incertezze scientifiche sull’efficacia preventiva dei vaccini inquinati e i rischi degli effetti collaterali provocati da essi.

I dibattito culturale, politico e scientifico non cessa con l’approvazione del decreto Lorenzin, genitori, scienziati ed avvocati in tutta l’Italia ora si stanno organizzando per contestare, denunciare e prendere tutte le iniziative legali possibili per difendere i bambini dai presunti pericoli dovuti agli effetti collaterali delle vaccinazioni così massicce.  Il Governatore del Veneto, Zaia, ha presentato ricorso alla Corte Costituzionale e anche l’Assessore alla Sanità della Regione Liguria, Sonia Viale (Lega), ha già annunciato il boicottaggio del decreto Lorenzin.

A Ladispoli, sabato, 9.9.17 dalle ore 16 alle 20 in Aula Consigliare del Comune di Ladispoli, parlamentari, uomini di scienza e cittadini consapevoli informeranno il grande pubblico sulla delicata questione legale dell’obbligo vaccinale e sui rischi di salute dovuti agli effetti collaterali dei vaccini inquinati, così come accertati dal dr Stefano Montanari et altri.

Raffaele Cavaliere