Dispiaceri al cimitero di Ladispoli

0
281

Camposanto, la disabile:”Il lucchetto al cancello è una barriera architettonica dolorosa”. 

La testimonianza

Al cimitero di Ladispoli nella giornata del 2 novembre è vietato entrare con la macchina, le persone disabili sono rimaste fuori. Cancello chiuso, proteste e lacrime. Una cittadina diversamente abile mette in luce alcune criticità del luogo: il cancello non automatizzato e orari e giorni di fruizione differenti rispetto ai normodotati.

La madre è morta nel mese di ottobre e la donna sente la necessità di andare di frequente al cimitero per sentirla vicina. Anche nella giornata di festa (il 2 novembre) si è recata al camposanto trovando però il cancello chiuso. La signora è disabile dunque è solita entrare con la vettura nel luogo onde evitare una lunga camminata con il deambulatore, azione possibile ma ardua per le sue condizioni fisiche, come lei stessa dichiara. “Durante il pomeriggio del primo novembre e per tutta la giornata del due, le auto non entrano nel cimitero di Ladispoli, dunque un disabile non può andare a trovare i suoi cari. Trovo il regolamento ingiusto e discriminante. I normo dotati entrano, noi disabili restiamo fuori. Una barriera inaccettabile.”
A nulla è servito cercare il custode, chiamare la polizia locale, i carabinieri. Non era sola davanti al cancello chiuso, dopo di lei sono giunti altri cittadini disabili (con tanto di tesserino) che abitualmente entrano con la vettura nel complesso: una donna con a bordo due carrozzati e un’anziana signora con la bombola d’ossigeno intenzionati a fare visita ai loro defunti. “Quest’ultima ha accusato anche un lieve malore tanta è stata l’indignazione. É accaduto anche che un signore con una grossa jeep, approfittando del cancello aperto pochi istanti, è entrato nel cimitero indisturbato. Un ulteriore smacco per noi esclusi che a malincuore lo abbiamo visto accedere”, conclude.
“Nello stesso giorno al Verano – dove riposa mio padre – sono entrata in auto senza problemi nonostante fosse presente tanta gente, i cancelli erano spalancati. I disabili inoltre non devono scendere a togliere i lucchetti ed aprire il cancello a mano come accade ancora a Ladispoli”.

La signora pochi giorni prima aveva inviato al sindaco Grando una lettera/esposto per denunciare la discriminante gestione del luogo sacro. Riferendosi al fatto che mentre l’ingresso pedonale è aperto fin dalle 8 del mattino, (7 in estate) per transitare con l’automobile si attende fino alle 9. L’estate cambia l’orario ma sempre in difetto per i disabili. Così come nei giorni di festività di novembre si può entrare solo a piedi. La signora ( si legge sul documento) è disposta, inoltre, ad acquistare personalmente – qualora il comune non avesse i fondi – l’automatismo per il cancello di ingresso. Una modifica necessaria – come lei stessa scrive: “Perché i disabili non sono solo in carrozzina e accompagnati, perché non debbano scendere quattro volte dall’auto per entrare  ed uscire (apri/chiudi il cancello). Chiedo di poter comprare tale meccanismo personalmente o contribuire a tale spesa, se necessario.”

Orari apertura

ORARIO INVERNALE
Dal 1 Ottobre al 14 Maggio – dalle ore 08:00 alle ore 17:00 (orario continuato)

ORARIO ESTIVO
Dal 15 Maggio al 30 Settembre – dalle ore 07:00 alle ore 19:00

Dal 15 Giugno al 31 Agosto – Chiusura pomeridiana dalle ore 14:00 alle ore 15:30