Cerveteri non si ferma più, asfaltata anche la Compagnia Portuale

0
1064

“Per me è un momento magico.

Ma il merito è di tutta la squadra che mi consente di esprimermi al meglio. Cinque gol in cinque partite? Non me l’aspettavo, ora però non voglio più fermarmi”. Energia pura per Alessandro Spanò, attaccante del Città di Cerveteri che è andato a segno ancora una volta realizzando la prima delle due reti con le quali i verdeazzurri hanno liquidato al Galli la Compagnia Portuale di Manuele Blasi.

 

Una partita perfetta quella di ieri disputata dagli uomini di Carlo Cotroneo contro un’altra formazione di spessore. Il Cerveteri si gode il secondo posto in compagnia del Ronciglione che, guarda caso, affronterà domenica prossima. Un altro test importante per i cerveterani che hanno già incontrato Aranova, Ottavia e Compagnia Portuale, tre club attrezzati per lottare nelle posizioni di vertice nel girone A di Promozione. Mister Cotroneo è più che soddisfatto. “Ieri non abbiamo sbagliato nulla – ammette l’allenatore – e nella ripresa, prima del raddoppio, potevamo già chiudere il match sfruttando diverse ripartenze. Ci manca un po’ di cinismo, come nelle altre giornate. I reparti sono rimasti sempre uniti. Bene il primo gol, con una bella combinazione Giancecchi-Spanò. Dobbiamo continuare in questo modo, dobbiamo avere sempre fame e nello stesso tempo restare con i piedi per terra. Ci sono molte squadre forti nel nostro raggruppamento, però intanto ci godiamo il secondo posto meritato”. Ci ha pensato poi Morlando, subentrato proprio a Spanò, a bissare il successo al fotofinish con un 2-0 che ha spento le velleità degli ospiti guidati da Blasi. “Sono contento per il gol – racconta Luca Morlando – ma soprattutto per l’atteggiamento di tutta la squadra. Il mister infonde sicurezza a tutti, siamo uno spogliatoio unito. Non ci sono musi lunghi. Chi non gioca incita i compagni e questo è l’aspetto fondamentale”. Spettatore speciale il patron, Mauro Mazzarini che esalta le qualità del suo Città di Cerveteri. “Ho visto una squadra combattiva – sostiene Mazzarini – si vede benissimo il lavoro durante la settimana e i frutti si iniziano a raccogliere. Merito anche di un lavoro eccellente da parte di Luca, mio figlio, e del mister Carlo che hanno selezionato dei ragazzi davvero bravi”. Il presidente, nonostante i tre punti, non riesce a digerire alcuni atteggiamenti dei direttori di gara, che così come nella gara contro l’Ottavia, continuano a non convincere. “Nella sfida con la Compagnia Portuale l’arbitro ha espulso il nostro tecnico Cotroneo dopo una segnalazione del guardalinee. Lo stesso guardalinee però non ha adottato provvedimenti contro la panchina dei civitavecchiesi in piedi per tutto il tempo ad inveire. Così non va, ci vuole lo stesso metro di giudizio”.

CITTA DI CERVETERI-COMPAGNIA PORTUALE 2-0

Reti: 35’ p.t. Spanò, 50’s.t. Morlando

Arbitro: Barmasse di Aosta

Note: Ammoniti: Zappellini (C), Esposito, Catracchia, Serpieri (Co).

Città di Cerveteri: Ulissi, Giancecchi, Amendola, Tabirri, Zappellini, D’Amelio, Coda (19’.st. Giustini), Polito, Spanò (40’ s.t. Morlando), Paraschiv (30’ s.t. Peluso), Angelucci. A disp. Rasicci, Sarigu, Rossi, Chesne. All. Cotroneo

Compagnia Portuale: Desini, Paolini, Gravina, Bevilacqua, Poggi (28’s.t. Burini), Serpieri, Esposito (16’s.t. Massaro), Di Gennaro, Catracchia, Ruggiero, Delogu (33’s.t. De Carli). A disp. Nunziata, Cherchi, Derosas, Castagnola. All. Blasi