“Ho visto con i miei occhi la devastazione dell’uragano Irma”

0
1133

Un racconto che fa accapponare la pelle.Spiegando la tragedia che si sta vivendo nei Caraibi e sulla East Cost americana per il passaggio dell’uragano Irma. A raccontare ai colleghi di Terzobinario questa devastazione è stata la modella e attrice civitavecchiese Lara Basso che in questi giorni si trova nella Repubblica Dominicana, precisamente a Puerto Plata. Anche lì i cittadini si sono preparati e hanno assistito al passaggio dell’urgano Irma. La gente del posto è abituata al formarsi degli uragani soprattutto in questo periodo dell’anno, quello delle forti piogge tropicali, ma la potenza di Irma nessuno forse l’aveva mai vista. “Fortunatamente – racconta Lara – dopo il passaggio vicino Porto Rico ha deviato un po’ la sua direzione, allontanandosi da noi che siamo in Repubblica Dominicana. Abbiamo sentito solo un 40% della sua potenza per fortuna”. L’uragano è stato avvertito solo sulla costa nord (esattamente a Puerto Plata dove si trova Lara Basso). Nelle zone di Santiago Irma sarebbe invece passata solo con una forte pioggia e nulla più.

La popolazione era stata allertata. E come se anche loro fossero stati allertati, gli uccelli già dalla sera prima, erano spariti.

Erano iniziati i preparativi e Irma pian piano si è fatta sentire. “E’ iniziato tutto intorno alle 8,30 della mattina di giovedì con pioggia e venti con raffiche fino a 40 km/h, arrivando alle due del pomeriggio a 120 km/h. Questo – continua a raccontare Lara Basso – è stato il momento più vicino all’uragano che ci ha tenuto compagnia fino alle cinque del pomeriggio”. La città era preparata al peggio e per fortuna i danni provati da Irma non sono stati paragonabili a quelli di San Martin e San Bart. “Qui sono caduti alberi, anche molto grandi che hanno creato problemi alla città”. Niente corrente elettrica e internet. Ma il problema, una volta passata la furia dell’uragano è stato risolto tempestivamente dai tecnici del posto.

A risentire maggiormente della furia del vento e della pioggia è stata soprattutto la parte più povera “con tetti delle case scoperchiate”. Per fortuna però “nessuno è rimasto ferito”. Superata ora la paura per l’uragano Irma, la popolazione si prepara ad affrontare una nuova ‘sfida’. E’ in corso in questo momento infatti un altro uragano, Josè. “Per il momento – spiega Lara – è solo forza 2. Credono che si abbatterà sulle isole già colpite e per questo le stanno lasciando rapidamente”. La speranza è che almeno Josè, dopo Irma, passi senza creare danni.