Tanto pubblico per la “Parata di stelle” ad Anguillara

0
61
pubblico

Interpreti d’eccezione e tanto pubblico per celebrare il “Bel Canto” per Nobili Arti in Nobili Terre in Musica 2024 organizzata con il contributo della Presidenza del Consiglio regionale del Lazio.

pubblico
Il pubblico al concerto “Parata di stelle” – chiesa di San Francesco di Anguillara

Chiesa di Santa Maria Assunta di Anguillara gremita ieri per “Parata di stelle”, terzo concerto dei quattro in programma per la manifestazione “Nobili Arti in Nobili Terre in Musica 2024”.

In tanti sono accorsi nella chiesa madre del borgo affacciato sul lago di Bracciano per ascoltare interpreti d’eccezione come il soprano Amarilli Nizza, il tenore Fabio Armiliato, il mezzosoprano Eufemia Tufano. Con loro anche anche i soprani Paola Giovani e Lisadora Valenza. Al pianoforte il maestro Massimiliano Tisano. In rappresentanza dell’amministrazione comunale di Anguillara, l’assessore al Turismo Christian Calabrese, che ha preso la parola per un saluto. Presente anche il presidente della Pro Loco Anguillara Moreno Delle Fratte.

Le musiche proposte e presentate con professionalità da Beatrice Giovani hanno incontrato il favore del pubblico spaziando da brani celebri tratti da melodrammi italiani – tra i quali “Casta Diva” dalla Norma di Vincenzo Bellini e “E lucevan le stelle” dalla Tosca di Giacomo Puccini, a brani più popolari come “L’ultima canzone” di Francesco Paolo Tosti e “Tango Volver” di Carlos Gardel.

Molto apprezzata la vocalità del tenore Armiliato e l’insieme dei duetti proposti. L’appuntamento, ad ingresso libero, è stato in grado, come nelle intenzioni degli organizzatori, di ampliare la platea degli appassionati alla musica lirica e al Bel Canto in genere. La pratica del canto lirico è riconosciuta come Patrimonio Culturale Immateriale Unesco nel 2023. “Le conoscenze e le competenze relative al canto lirico italiano – sottolinea in particolare la United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization-Unesco – vengono trasmesse oralmente tra maestro e allievo, attraverso esercizi vocali e l’introduzione graduale a repertori e stili musicali diversi. Alla trasmissione della pratica – spiega ancora l’Unesco – contribuiscono anche le esibizioni in recital, scuole e laboratori di canto, così come l’educazione formale nei conservatori e nelle accademie”.

Ideata dalla Claudia Biadi Music Academy, organizzata dal Comune di Anguillara Sabazia, Pro Loco Anguillara Sabazia, con il contributo della Presidenza del Consiglio regionale del Lazio, la manifestazione intende proprio divulgare il più possibile la passione per il melodramma e per la musica in genere. Ancora una volta il programma proposto per la direzione artistica di Amarilli Nizza è stato molto apprezzato ed applaudito.

Prossimo appuntamento della rassegna, alla sua prima edizione, domenica 12 maggio 2024 alla 19 alla chiesa Santa Maria Assunta di Anguillara con “Viva Puccini”, concerto, ad ingresso libero, in omaggio al grande compositore nel centenario della sua scomparsa.

pubblico
Applausi a fine concerto