ROMA: LA CENTRALE MONTEMARTINI

0
166
centrale montemartini

UNIONE TRA ARCHITETTURA INDUSTRIALE E ARCHEOLOGIA

Via Ostiense 106 è esattamente la zona in cui sorge il secondo polo espositivo dei Musei Capitolini: l’ex Centrale Termoelettrica Giovanni MontemartiniOggi, la Centrale Montemartini è un importante punto di riferimento per Roma, messa in funzione esclusivamente per esigenze straordinarie.

Inaugurato il 30 giugno del 1912, l’edificio si identifica con la prima sede pubblica dedicata allaproduzione dell’energia elettrica a Roma; oggi si assiste a un’unione tra l’elemento archeologico e quello industriale, il passato che si armonizza con il presente. Al suo interno sono conservate molte opere antiche, che fanno parte del polo museale dei Musei Capitolini. Passeggiando attraverso grandi macchinari, che rappresentano l’idea di archeologia industriale, dietro ogni angolo si scorge un reperto che ci sottrae alla modernità in cui siamo immersi per travolgerci con un grande tuffo nel lontano passato.

centrale montemartini

Alcune delle statue che il visitatore può ammirare sono il Togato Barberini, una scultura romanamolto famosa risalente al I secolo a.C., rappresentante un patrizio romano che sorregge i busti dei suoi antenati; frammenti di statue rinvenute da scavi fatti sotto al Campidoglio, che unite fanno parte di un complesso decorativo appartenente all’antico tempio dedicato ad Apollo Sosiano (o Apollo Medico), rivolto alla medicina in generale, scienza estremamente sviluppata all’epoca dell’Antica Roma; la straordinaria statua di una Musa, alta poco meno di 1 metro e 60, probabilmente si tratta Polimnia, una figura mitologica appartenente alla cultura greca, una delle nove Muse figlie di Zeus e Mnemosine, associata alla danza, al canto eroico, alla memoria, alla retorica; in una delle sale, la sala Caldaie, è conservato il treno che veniva utilizzato da Papa Pio IX (1792-1878), il primo vagone del quale era una vera e propria loggia per le benedizioni; sono conservati vari ritratti marmorei, tra i quali quello di Giulio Cesare e di Augusto; splendidi mosaici e gioielli appartenenti ai tempi antichi; numerosi fregi e statue rappresentanti potenti divinità.

centrale montemartini

All’interno della centrale Montemartini, in funzione circa un secolo fa, sono conservati numerosi elementi di creatività appartenenti a molti campi, dall’arte alla medicina, dal canto all’ingegneria, eccellenze nate e sviluppatesi all’interno dei confini italiani; un edificio ricco di preziosi cimeli, che grazie alla continua innovazione aspetta solo di ampliare la sua collezione e di essere arricchito da intuizioni di grandi menti di cui l’Italia non è mai povera.

Flavia De Michetti