“Lo scalatore scalzo Tom Perry entra nella Sport Man”

0
2779

“Un’altra pietra preziosa brilla nel firmamento della Sport Man.

Il celebre alpinista italiano Antonio Peretti meglio conosciuto come Tom Perry, ha sottoscritto un accordo con la nostra azienda per la promozione della sua immagine a livello internazionale”.

Con queste parole il manager Alessio Sundas ha annunciato l’ingresso nella grande famiglia della Sport Man dell’atleta vicentino conosciuto come l’alpinista scalzo per le sue imprese in montagna.

“Tom Perry – prosegue Sundas – è un atleta unico, vanta una carriera senza precedenti. Ha scalato montagne in tutti i continenti, dall’Himalaya al Sud America, dall’Africa al Giappone, sempre senza scarpe. Un personaggio amato dal pubblico mondiale che ha collezionato imprese incredibili, al limite delle capacità umane. La sua filosofia di scalare le vette a piedi nudi per essere in contatto con l’energia della terra si coniuga alla perfezione con le linee guida della nostra agenzia che ha sempre fatto dello spirito creativo la strada maestra per puntare in alto. Avere Tom Perry tra gli atleti di cui curare l’immagine e la promozione del marketing è un onore per la Sport Man, soprattutto per il suo impegno per la salvaguardia del pianeta e la sensibilizzazione dell’umanità sui problemi ambientali. Ci attiveremo per rendere la sua immagine ancora più fulgida a livello internazionale, siamo lieti di avere nella nostra agenzia un personaggio nominato ambasciatore della Natura dal centro Parchi Internazionali”.

Tom Perry è famoso per aver compiuto alcune discese a piedi nudi da importanti cime o per essersi tolto gli scarponi ed aver corso per alcuni minuti scalzo sulla vetta di vette montuose sopra i 5.000 metri. L’intera discesa è stata compiuta senza scarponi dal Kilimanjaro in Africa o il Licancabur e il Nevado Sajama in Bolivia o deserti come quello di Atacama in Cile o il Salar de Uyuni in Bolivia. Guardia forestale di professione, Perry iniziò nel 2001 a praticare la discesa alpina a piedi nudi discendendo scalzo dal Carega. Ha poi disceso il Monte Cristallo a Cortina d’Ampezzo, il Canalone della Tofana di Rozes, la Cima Giovanni Paolo II sul Gran Sasso il vulcano Tunguruguá in Ecuador, il Sinai in Egitto. Nel 2007 Perry ha compiuto la discesa dell’Etna a piedi nudi. Successivamente ha affrontato il Sajama, la più alta cima della Bolivia. Perry in questo tipo di performance di solito affianca iniziative di beneficenza.