“Le chiavi della Città ad Alberto Angela!”

0
2517

Le chiavi della città sono un simbolo risalente al periodo Medievale, quando le città ed i borghi erano fortificate e protette da alte mura.

L’ingresso era attraverso portoni, le cui serrature venivano chiuse durante la notte così da impedire brutte sorprese.

Offrire le chiavi della Città significa dunque attribuire potere simbolico ad una personalità riconosciuta stimabile. Si tratta pertanto di una onorificenza consegnata ad una personalità illustre per motivi diversi tra i quali l’impegno civile, la dedizione alla valorizzazione culturale, la riscoperta ed il rispetto per particolari tradizioni locali.

Oggi che non ci sono più mura reali ma quelle ancora più inaccessibili del pregiudizio nei confronti degli stranieri, in cui la storica ospitalità è venuta meno, in cui lo iato tra quanto lasciatoci dagli Etruschi è stato troppe volte vilipeso o volgarizzato come semplice merce da commerciare e turisticheggiare al punto da non meritarselo, sarebbe doveroso che sia Cerveteri che Tarquinia consegnassero le chiavi della città ad Alberto Angela per quanto ha fatto, senza enfasi e volgarità, per entrambe le cittadine di origine etrusche.

Angelo Alfani