Ladispoli, senza acqua in casa: Acea interviene dopo 3 giorni

0
1029

Il rimbalzo delle responsabilità con l’amministrazione comunale. A chi spetta riparare un guasto?

Niente acqua dal rubinetto. Accade a Ladispoli in via Campi Fioriti dove un cittadino ha segnalato un guasto ad Acea Ato2 che per tre giorni non è intervenuta. I residenti scrivono in cerca di aiuto. “A Ladispoli c’è una grossa fuoriuscita di acqua potabile e in alcune palazzine limitrofe manca l’acqua oramai da tre giorni. Abbiamo segnalato ripetutamente ad “Acea Ato2″ la quale non fa altro che cambiare procedure e termini per l’intervento, abbiamo contattato il comune, i vigili urbani e tutti gli organi competenti, ma intanto l’acqua scorre”.

Apprendiamo che oggi, 24 novembre, sono intervenuti gli operai per riparare il guasto che ci auguriamo sia risolvibile in giornata. L’episodio conferma le perplessità  manifestate da più di un ladispolano con il cambio di gestore del servizio idrico a Ladispoli. Abituati al puntuale intervento da parte di Flavia, l’iter previsto da Acea Ato2 risulta insostenibile. Non solo, la fuoriuscita di acqua in strada fa emergere l’ulteriore criticità delle responsabilità: a chi spetta cosa? Il rimpallo dei compiti allunga il brodo mentre l’utente è senza acqua in casa. Tutto questo a fronte dell’aumento dei costi dell’acqua e del servizio.

“Nel frattempo i media continuano a ripetere che l’acqua è un bene prezioso e anche un piccolo gesto come chiudere l’acqua mentre ci insaponiamo in doccia o mentre ci laviamo i denti, è fondamentale per non sprecare acqua; d’accordissimo, ma è inaccettabile che poi tale sensibilizzazione venga sprecata proprio per l’inefficienza del gestore dell’acqua, che ci fa pagare anche le spese di trasporto e dispersione e nonostante ciò non offre una manutenzione tempestiva, inconcepibile che famiglie con bambini o disabili sono da tre giorni senza acqua, quindi senza servizi essenziali, inconcepibile che il Comune non intervenga per risolvere tale disagio, inaccettabile che probabilmente, l’acqua sta facendo danni sotto il manto stradale e oltre a poter diventare pericoloso, poi saranno a carico del cittadino”, conclude l’appello dei residenti della via.