Ladispoli sconfitto 2-1 a Lanusei col solito calcio di rigore contro. E’ il momento che la società alzi la voce

0
523

Una sconfitta ingiusta ed immeritata. Arrivata col solito calcio di rigore fischiato contro il Ladispoli a sette minuti dalla fine.Il Ladispoli sul campo della capolista Lanusei ha giocato una grande partita, è stato in vantaggio fino a dieci minuti dalla fine, ha imbrigliato i sardi che hanno sbattuto contro una difesa granitica. Poi è arrivato il finale consueto ed una sconfitta per 2-1 che non macchia quella che è stata una prestazione comunque positiva, aldilà del risultato negativo che spinge i rossoblu nel pieno della zona play out. Iniziano ad essere troppi i calci di rigore fischiati contro il Ladispoli, torniamo a dire che i dirigenti dovrebbero alzare la voce nelle stanze della Lega Dilettanti prima che sia troppo tardi. Davvero un peccato questo passo falso in una giornata in cui tutte le rivali del Ladispoli nella corsa alla salvezza hanno fatto punti. Domenica allo stadio Angelo Sale arriva il Calcio Flaminia, concorrente diretta nella lotta per evitare i play out. Servono i tifosi, serve il calore della gente, ormai ogni gara sarà una battaglia senza esclusione di colpi.