Fido: anche tra le mura domestiche si può giocare

0
308
fido
Illustrazione di Paolo Maccioni

La convivenza con Fido rafforza rapporti e dinamiche. Il periodo di quarantena è stata un’occasione per consolidare il legame con il proprio cane, non solo attraverso la gestione corretta degli spazi, ma anche attraverso delle quotidiane attività ludiche.

La pandemia e il conseguente isolamento in casa ha segnato un profondo e significativo cambiamento delle abitudini, non solo per tutti noi, ma anche per i nostri cani, improvvisamente anche loro costretti a rinunciare a numerose e copiose passeggiate nei parchi, corse in riva al mare con l’inizio della primavera e così a tutta una serie di dinamiche oramai conosciute e consolidate.

Questo ha comportato, per il nostro fedele amico, la privazione di stimolanti esplorazioni, di odori e di nuove scoperte, fondamentali per il suo benessere psichico e per il suo equilibrio comportamentale che non deve mai venir meno. Ricordiamo che l’olfatto nel cane è tra i sensi più sviluppati e, attraverso di esso, il cane “esplora” in continuazione, memorizzando una grande mole di dati riconducibili ai suoi simili, nonché, al loro personale modo di avventurarsi in nuove dinamiche sociali e non.

Il cane è un animale sociale come l’uomo; va da sé che l’importanza dell’interazione con i suoi simili e con noi umani è fondamentale per garantirgli un corretto equilibrio comportamentale. Non è nemmeno da trascurare il fatto che un quotidiano movimento è utile per non incorrere in problematiche legate ad un aumento del peso.

Come possiamo recuperare? Pur essendo in un periodo di ripresa della libertà di movimento, ancora sono presenti limitazioni al sano movimento e alle attività divertenti con il nostro caro Fido.

Suggerisco alcuni esercizi divertenti da praticare insieme all’amico a 4 zampe, aiutano a rafforzare al tempo stesso il legame profondo e consolidato che vi unisce.

QUESTIONE DI NASO

Si tratta di un vero e proprio gioco “olfattivo” con cui chiedere al nostro cane di cercare un oggetto specifico! Una buona idea è quella di nascondere alcuni bocconcini sotto una ciotola o un bicchierino da ribaltare. Questo esercizio, apparentemente semplice e intuitivo, è in realtà un ottimo mezzo cognitivo, attraverso il quale il cane dovrà ingegnarsi, attraverso l’utilizzo dell’olfatto, della bocca e delle zampe, per ottenere il tanto ambito premio! Una vera gratificazione per Fido, che accrescerà così fiducia e autostima.

QUESTIONE DI… ZAMPA!

Ponetevi davanti al vostro cane con entrambe le mani protese in avanti, dove in precedenza avete nascosto un gustoso bocconcino, senza che il cane abbia “captato” dove esso possa nascondersi! Sarà divertente vedere se il nostro “amico di coda” indovini esattamente in quale mano sia nascosto… Semplice? Certamente, ma per il cane questi piccoli e semplici esercizi sono veri e propri allenamenti cognitivi e divertenti!

Se vogliamo gradualmente aumentarne la difficoltà, possiamo impartire precisi comandi come “zampa!” oppure “naso!”, laddove fido li conosca già.

Il rinforzo positivo (bocconcino/premio) è un ottimo modo di premiare il nostro cane, utilizzato non solo nelle sezioni di addestramento, ma anche nella ripetizione di alcuni esercizi da riproporre in casa; esso è sempre volto a gratificare Fido nell’azione compiuta e corretta che gli abbiamo richiesto.

QUESTIONE DI INTELLIGENZA

I giochi che andrò a proporvi rappresentano un vero esercizio di Problem Solving!

Semplici giochi di attivazione mentale, particolarmente indicati per chi ha appena accolto un cucciolo nella propria abitazione, ma non solo. Anche cani in età adulta possono divertirsi con questi, in quanto è bene ricordare che questo tipo di esercizi sono sempre indicati per ogni fascia di età, permettendo a Fido di risolvere un problema divertendosi, stimolando la sua capacità cognitiva e aumentando la sua autostima.

Diverse sono le soluzioni proposte in commercio e acquistabili presso negozi specializzati per animali, ma anche realizzabili in modalità fai da te (numerosi tutorial spopolano sul web); tra i più comuni e utilizzati vi sono i tappetini e le piramidi olfattive, giochi in tessuto in grado di far esercitare il cane risolvendo esercizi che sono dei veri e propri “rompicapo”, utilissimi nella fase di crescita dei cuccioli per scaricare la loro energia e apprendere pian piano come gestire la loro concentrazione.

Ottimo strumento ludico per distoglierlo da eventuali paure o situazioni di stress, in quanto impegna il cane in presenza di un evento per lui di forte disagio, ma non solo; possiamo eventualmente optare per queste semplici soluzioni anche nei periodi di nostra assenza, quando, spesso per impegni lavorativi e personali, non possiamo tenere compagnia al nostro piccolo “amico di zampa!”.

GIÙ LA COPERTA!

Proponete un altro divertente gioco al vostro cane e, se volete, fatevi aiutare!

Chiedete a Fido di rimanere fermo e attendere un vostro richiamo semplicemente con il comando “fermo!” scandito a chiara voce decisa e ben distesa.

Scegliete un posto della casa, inizialmente non troppo nascosto, come l’angolo del letto, dietro una porta o sotto una scrivania dove potervi nascondere; copritevi con una coperta e richiamate il vostro cane… sarà divertente vedere come reagirà alla vostra presenza dopo avervi finalmente trovato!

Ricordate sempre di premiare il vostro cane al termine di ogni esercizio e al completamento delle vostre richieste. Il premio rappresenta per lui un “rinforzo positivo”, attraverso il quale apprende e che lo porterà a ricompiere l’azione appena eseguita.

In alternativa ai classici e gustosi bocconcini, possiamo utilizzare una semplice parola come “Bravo cucciolo!”, oppure un semplice gioco che a lui piace tanto.

IL KONG!

Molti di voi già lo conoscono e con tutta probabilità lo hanno acquistato da tempo, ma pochi conoscono i reali benefici e il perché è così tanto amato dai nostri cani.

Il Kong è il famoso cono dalla così detta forma “alveare”, formulato con materiali di gomma sicuri e controllati, pratici, divertenti e stimolanti per i cani, in quanto soddisfano alcuni istinti naturali come il cacciare e il mordere, ma ancor più consigliati per favorire una corretta masticazione e tenerlo impegnato nei momenti in cui si trova da solo a casa.

Possiamo riempirli con del gustoso cibo per cani per rendere ancora più interessante l’oggetto, aiutando il nostro amico ad attivare le sue attività cognitive per arrivare a gustare l’ambito bocconcino.

Ottimo come antistress perché aiuta il cane a non sentirsi annoiato, fortifica anche la sua dentatura e gli insegna il concetto di “ricompensa” incrementando lo sviluppo intuitivo e mentale.

ALLA RICERCA DELLA PALLINA!

È uno dei giochi più semplici e divertenti; si tratta di nascondere uno degli snack più amati del vostro cane sotto uno dei tre bicchieri posti a terra.

Questa volta, però, aumentiamo la difficoltà inserendo il bocconcino all’interno di una scatoletta di cartone, per esempio, facilmente ricreabile in casa e con materiali di uso comune.

In questo modo il cane, non solo dovrà scovare il suo premio, ma manche rompere l’involucro, attraverso l’utilizzo della bocca e delle zampe. Anche in questo caso vi è un’attivazione dello sviluppo cognitivo e di scarico dello stress, nonché, una maggiore crescita della sua autostima, indispensabile per affrontare ogni stato di timore, con autocontrollo e calma.

Il cane è un animale sociale e, come tale, ha sempre la necessità di impegnarsi in attività di gioco e svago, fondamentale per una crescita equilibrata e un rafforzamento del rapporto padrone/cane.

 

Buon divertimento!

Daniela Maccioni
dog sitter