Entra nel vivo il progetto COMpostaggio LOCale (COMLOC): la gestione dei rifiuti organici a Km0

0
344

Sei i Comuni coinvolti: Bracciano, Anguillara Sabazia, Canale Monterano, Trevignano Romano, Bassano Romano, Oriolo Romano 

Parte COMLOC, il progetto che promuove il compostaggio e che coinvolge i Comuni di Bracciano (Comune Capofila), Anguillara Sabazia, Canale Monterano, Trevignano Romano, Bassano Romano, Oriolo Romano per un totale di circa 58.000 abitanti. Il progetto, finanziato dalla Regione Lazio nell’ambito delle “Misure a favore delle attività di Compostaggio e auto compostaggio per la riduzione della frazione organica per i Comuni del Lazio e Roma Capitale” prevede il compostaggio a piccola scala con le pratiche di autocompostaggio, compostaggio di comunità e di compostaggio locale ed è coordinato dall’Associazione Italiana Compostaggio. L’obiettivo è trasformare localmente in compost scarti organici, avanzi di cucina, ortaggi, fiori, piccoli sfalci, residui della trasformazione del cibo. I sei Comuni promotori hanno scelto una gestione a km0 che garantisce risparmio economico, riduce l’impatto ambientale, grazie alla riduzione di costosi ed inutili viaggi verso gli impianti di compostaggio. Prevista la fornitura per le famiglie in comodato d’uso di compostiere a rotazione per le famiglie e le utenze non domestiche, l’allestimento di 8 siti per la messa in esercizio di 8 piccole macchine elettromeccaniche di compostaggio a servizio di scuole, condomini e quartieri. In programma anche servizi integrativi di assistenza domiciliare con la triturazione degli sfalci, la vagliatura del compost autoprodotto, la costituzione, dove non presente, dell’Albo Comunale Compostatori con i relativi sgravi tariffari. 

Verde ed umido costituiscono i rifiuti che si prestano maggiormente ad essere trattati localmente. Riducendo costosi viaggi verso gli impianti, anche perché il 70 per cento del rifiuto organico è costituito da acqua.