Diverso da chi?” Sul tema dei diritti Marco Pierini, Monica Cirinnà e Marietta Tidei

0
775

Riceviamo e pubblichiamo dal Partito democratico“Diverso da chi?”. Questo il tema dell’incontro che si è svolto nel pomeriggio di lunedì 5 giugno presso la piazza Marescotti di Ladispoli. L’evento, organizzato dalla sezione territoriale del Partito Democratico ha visto presenze importanti del panorama politico italiano. Oltre il candidato sindaco della coalizione Ladispoli Protagonista, Marco Pierini, anche la senatrice Monica Cirinnà, la deputata Marietta Tidei e alcune rappresentanze del PD Ladispoli.

“Spesso sento dire che i politici sono tutti uguali – ha commentato Marco Pierini, candidato sindaco di Ladispoli – noi no, noi siamo diversi. Il centro sinistra e in particolare il Partito Democratico, ha condotto e vinto battaglie importantissime come quella relativa alla legge sulle unioni civili”. Ha proseguito: “Battaglie che hanno consentito al nostro Paese di crescere, ecco, questo significa fare politica, non pronunciando frasi ad effetto per arrivare alla pancia della gente e ottenere consensi fugaci”.

“Abbiamo portato avanti una battaglia che restituisce dignità alla sinistra. Undici donne candidate nella lista del Pd, ognuna di noi è un pezzo di puzzle destinato ad imprimere un cambiamento” ha commentato Silvia Marongiu, consigliera uscente e candidata dem.

“Incentrare la campagna elettorale su questi temi non è semplice – ha esordito la deputata Marietta Tidei – Ma Ladispoli è una città abituata, grazie al lavoro del partito di questi anni, a fare cultura, integrazione, una città dell’accoglienza”. E sui diritti civili ha commentato: “Una legge che ha consentito una conquista di civiltà”.

“Oggi Ladispoli è un paese tranquillo, io sono qui anche senza la Digos, un paese dove gli stranieri vivono in pace e dove non ci sono forze estreme populiste – ha esordito Monica Cirinnà – un luogo dove si può parlare di diritti senza essere minacciati e questo risultato lo dovete a chi ha costruito in consiglio comunale il terreno per parlare di questi temi e quando si parla di questi temi sono tre le parole chiavi da tenere a mente: pari dignità, libertà, laicità”. E poi l’appello al voto: “Voi, potete fare la differenza, aprite la rubrica telefonica e chiedete a tutti i vostri amici di votare Marco Pierini”.