Disservizi poliambulatorio di Ladispoli: la ASL risponde

0
1203
poliambulatorio Ladispoli

12 dicembre 2019: Ladispoli cambia il sistema informatico e il poliambulatorio va in tilt. Rispondono.

Con riferimento a quanto rappresentato sulla stampa circa i ritardi al Cup del poliambulatorio di Ladispoli, è opportuno rappresentare che corrisponde al vero che dal giorno 11 novembre u.s è cambiata la piattaforma di gestione delle prestazioni ambulatoriali – Recap – e che, conseguentemente, a tale variazione si sono verificati alcuni rallentamenti e disservizi.

Al fine di scongiurare il più possibile i disagi a carico dei cittadini questa Azienda ha provveduto a informare preventivamente il personale coinvolto nell’erogazione delle prestazioni, ivi compreso il personale sanitario medico e non medico, chiedendo di intraprendere ogni possibile azione volta ad agevolare il percorso del cittadino verso gli ambulatori. Apposite locandine informative, inoltre, sono state affisse presso i presidi ambulatoriali e, nella prima decade dall’avvio del nuovo Recup, presso i presidi ambulatoriali aziendali sono stati presenti rappresentanti esperti regionali, che hanno curato gli aspetti tecnici, correggendo le anomalie verificatesi all’avvio del nuovo sistema.

Relativamente a quanto riportato in materia di liste di attesa “Non sarebbe però così facile riuscire a prenotare un’ecografia nel breve periodo“. “É più di un anno che ci provo qui a Ladispoli. Scade la richiesta legata alla mia ricetta e poi mi rispondono che le liste sono chiuse a patto che magari io vada a Capena in alternativa” si evidenzia che, in ottemperanza alle disposizioni regionali per il governo delle liste di attesa, le agende di prenotazione sono organizzate secondo classe di priorità: ogni seduta ambulatoriale, quindi, prevede la disponibilità per la prenotazione in classe U -Urgente entro le 72 ore, B – Urgenza breve – entro 10 giorni, D – Differibile – entro 30 giorni per le visite e 60 giorni per le prestazioni strumentali, P – programmabile – entro 180 giorni.

I tempi di attesa sono stabiliti dal medico prescrittore (medico di medicina generale, pediatra di libera scelta, specialista ambulatoriale ospedalieri o territoriale) secondo la valutazione della situazione clinica dell’assistito. Si precisa che la prescrizione prescritta con classe di priorità può essere garantita, a seconda del livello di urgenza, nel territorio regionale o aziendale. Pertanto, nel caso in cui la prestazione sia ritenuta urgente dal medico prescrittore, l’Azienda pone in essere ogni azione possibile volta ad erogarla entro i tempi fissati.

Si rappresenta infine, che non è necessario recarsi presso gli sportelli per prenotare, modificare o disdire appuntamenti, poichè il servizio è accessibile telefonicamente al numero 06 99 39, o mezzo email collegandosi al portale . Anche per effettuare i pagamenti di visite o prestazioni prenotate  é possibile utilizzare modalità alternative collegandosi al sito  o le App fornite dal proprio ente creditore. Tuttavia le persone che hanno particolari necessità possono, utilizzando il totem elimina-code presente presso la Casa della Salute, se necessario con l’ausilio del personale preposto all’accoglienza, accedere agli sportelli con priorità.