Ciao Marina

0
554

Ladispoli in rosa

Marina Di Giallorenzo

Ci saluta oggi Marina Di Giallorenzo dopo anni vissuti intensamente nonostante un nemico al suo fianco al quale ha saputo tenere testa. Non si è mai arresa ad una malattia che avrebbe tolto il sorriso a molti, non a lei. La città di Ladispoli perde una combattente, un grande esempio di voglia di vivere, di rispetto per la vita. Questo viene in mente pensando alla donna che era, e molto di più ancora. Grazie al suo coraggio è venuto alla luce il fenomeno crudele quanto diffuso dell’abbandono. Una donna quando viene a sapere di essere colpita da un tumore viene lasciata dal compagno, è un fatto. Non capita a tutte, ma non sono poche a subire una duplice ferita proprio nel momento di maggiore fragilità.

Rimasi interdetta nell’apprenderlo, nel vedere la sofferenza negli occhi di una donna. Mi chiesi inoltre come fosse possibile che procurasse più paura e dolore la perdita di un amore della malattia. Una domanda a caldo dettata dalla non conoscenza, colmata da Marina che ha mostrato senza veli il fatto, da un’altro punto di vista aprendo un mondo sul significato di essere donna. Non solo, ha saputo trasformare il dolore in dolcezza, empatia, solidarietà verso chiunque vivesse un momento difficile. Dialogando in quel salotto rosa divenuto un punto di riferimento per le donne del territorio, un faro per la comunità tutta, per uscire dalla non conoscenza e dall’egoismo. Grazie.

Evento a Ladispoli.   – Luglio 2015

Ladispoli saluta un’anima coraggiosa, Marina si unisce alle tante giovani perle in viaggio. L’associazione Salotto Rosa – Le fotografie che rappresentano la storia delle donne che hanno affrontato e combattuto la battaglia contro il tumore erano state esposte in più occasioni e in più luoghi tra Ladispoli e Cerveteri, per non dimenticare, per non lasciarle sole.