Cerveteri: summit sul Coronavirus

0
638
coronavirus

Sindaco Assessori e dirigenti all’esame del decreto ministeriale.

di Toni Moretti

Il Sindaco Alessio Pascucci ha convocato una riunione d’urgenza con il Presidente del Consiglio Comunale, il Segretario Generale, vari dirigenti,il responsabile della Protezione Civile, il comandante della Polizia Locale, alcuni assessori membri della giunta, per prendere in esame il decreto legislativo che riguarda i comuni circa l’emergenza Coronavirus.

L’impegno è quello di esaminare ogni settore interessato ad eventuali limitazioni ed elaborare una strategia comportamentale in linea con le indicazioni ministeriali e con l’impegno di limitare al massimo eventuali danni, di natura economica e sociale che da queste potrebbero derivarne. Oltre la conferma della chiusura delle scuole si è stabilito di rinviare sia l’assise comunale che era stata convocata per il 9 marzo sia la Commissione Bilancio in calendario a breve.

Come si può notare, anche a livello politico ci sono delle limitazioni importanti che possono incidere globalmente sui diritti personali dei cittadini tanto che cominciano ad essere in tanti a chiedersi, purtroppo con scarsa cognizione di causa, se questa emergenza non è stata artamente sovradimensionata. Noi siamo strenui difensori della salute dei cittadini in tutti i sensi e crediamo nella bontà in senso lato della verità scientifica, convinti che è l’unica strada perseguibile quando, come presupponiamo, non inquinata da interessi di parte che si identificano come sempre accade in interessi commerciali.

Seguire le raccomandazioni e le indicazioni degli scienziati che ce le danno è il sistema migliore per proteggere se stessi e gli altri da qualcosa che non si conosce e che è oggetto di tanti cretini che ci fanno sopra disinformazione. Laviamoci spesso e bene le mani, evitiamo contatti a distanza ravvicinata, evitiamo posti sovra affollati e potremo stare tranquilli. Meno tranquille saranno le coppie che lavorano che dovranno tenere i figli a casa vista la chiusura delle scuole e per le quali ci teniamo a raccomandare a chi di competenza sia a livello comunale, regionale che nazionale, il dovuto sostegno.