Cerveteri, i dati delle elezioni dal Comitato per la Legalità e l’Anticorruzione

0
1450
sostegno donna

Una riflessione sui dati del ballottaggio di Cerveteri.

Vince l’astensionismo e chi volutamente ha abbandonato Belardinelli, ma anche Moscherini perché oramai aveva il seggio. 60% sono i cittadini assenti al voto, sensa più ragioni di partecipare alla vita politica e civica della città.
Pascucci eletto al ballottaggio contro Galli, nel maggio 2012, riceve 8.434 preferenze, pari al 29,6% degli aventi diritto.
Pascucci eletto al ballottaggio contro Belardinelli, nel giugno del 2017, riceve 8.627 preferenze, pari al 28,9% degli aventi diritto.
Pascucci 3.0 – Gubetti – eletta al ballottaggio contro Moscherini, nel giugno del 2022, riceve solo 6.677 preferenze, pari al 21,5% degli aventi diritto.
La coalizione non può certo dirsi di maggioranza.
I Pascucciani perdono oltre 2.200 voti. Vincono solo per gli errori commessi dal vertici di partito, non certo dai candidati.
Un plebiscito di persone lontane dalla politica, rimasti a casa ( o al mare) ben in 19.000!! Tanti sono coloro che non hanno votato affatto e tra questi 2.000 voti erano del bacino elettorale di Alessio Pascucci.
La vittoria, se così la vogliamo chiamare, è di sole 745 schede appena.
È un dato che induce ad una riflessione seria per la nuova amministrazione comunale che siederà in consiglio e che ha vinto per un soffio… Saprà avere l’umiltà di ascoltare, proporre, o continuerà a non sentire e ordinare?
Comitato per la Legalità e l’anticorruzione OdV