Falò vietati sulla spiaggia di Cerveteri a Ferragosto

0
418

Si teme per la Palude. La notte di San Lorenzo si sono verificati già dei danni come documentato dai volontari. 

«Primi accenni di apocalisse ferragostana. Danneggiata recinzione palude Torre Flavia. Faremo ronde serali con zoofile e guardie provinciali da domani», è l’appello dei volontari. «E dopo il Jova Beach Party che ha cancellato ogni forma di vita sulla spiaggia – scrivono in una nota i membri del gruppo “Amici di Torre Flavia” – e ha messo in pericolo le comunità animali e vegetali dell’oasi naturalistica con accessi non autorizzati durante la notte, ecco i vandali pronti a demolire le staccionate che delimitano le dune».

Insomma, c’è grande allerta per il sito naturale in avvicinamento di Ferragosto. Il comune di Cerveteri ha proibito falò e fuochi d’artificio con un’apposita ordinanza pubblicata oggi sul portale del municipio. «Vogliamo garantire il pieno utilizzo delle spiagge a libera fruizione in sicurezza e nel rispetto delle norme igieniche».

 

Per il sindaco Elena Gubetti è importante anche promuovere «un’immagine curata del litorale, in particolar modo nel periodo di maggior afflusso turistico». Perciò il 14 e il 15 agosto sarà vietato campeggiare o accamparsi in spiaggia con le tende al seguito ma anche «trasportare materiali combustibili di qualsiasi genere ed accendere fuochi e falò».