Una svolta green per la pulizia della casa

0
123

Una svolta green per la pulizia della casa

I detersivi nascondono insidie pericolose per la salute umana ed ambientale, ma per fortuna le alternative non mancano

Tutti (o quasi) curano l’igiene della propria casa. Sicuramente è un aspetto importante per garantire la salubrità degli ambienti in cui si vive, tuttavia si impiegano molti detergenti più tossici che efficaci, andando incontro ad una serie di potenziali problemi per la salute.

La maggior parte dei prodotti per le pulizie domestiche non solo non tutelano la salute ma, al contrario, fanno irreparabili danni al nostro organismo. Diversi contributi scientifici evidenziano come ormai l’inquinamento domestico superi di gran lunga quello che abbiamo fuori dalla porta.  Uno studio pubblicato da The Lancet evidenzia che l’inquinamento indoor è causa di 4 milioni di decessi all’anno.

Molte sostanze presenti nei prodotti per pulire casa sono classificate come interferenti endocrini o potenziali interferenti endocrini (per esempio: parabeni, ftalati, bisfenolo A). Addirittura alcune di queste sostanze sono state rilevate nel latte materno!

Vari prodotti si fregiano di essere il “Numero uno contro germi e batteri”, anche se sempre più ricerche sostengono che proprio a causa della guerra ai microbi degli ultimi decenni, il microbioma occidentale si sia impoverito talmente tanto da perdere molti dei batteri utili con il conseguente aumento di allergie, abbassamento delle difese immunitarie e moltiplicazione di diverse patologie (Bio Frontiers Institute, Università del Colorado).

Anche detersivi come “Ajax” sono noti per la presenza di sostanze come la formaldeide, classificata come cancerogene dal governo statunitense e dall’OMS.

Non c’è di che stare allegri…

Altra cosa da tener conto è che tutto queste sostanze che finiscono negli scarichi hanno un impatto gravissimo anche sull’ambiente esterno. Mari, fiumi e terreni sono invasi da tensioattivi, additivi sintetici, microgranuli, petrolati, formaldeide e molte altre sostanze tossiche, con tutto ciò che ne consegue, per gli animali che vi abitano ma anche per l’uomo che se ne ciba o che utilizza quell’acqua e quella terra per coltivare.
Insomma, di motivi per lasciare sugli scaffali i “detersivi tradizionali” ce ne sono parecchi e non riguardano solo la nostra salute.

Per fortuna la soluzione è a portata di mano.

In commercio, infatti, si possono trovare detersivi che possono dare una svolta green alla pulizia di casa. Gli ingredienti naturali rappresentano una fondamentale risorsa per non inquinare l’ambiente ed evitare di venire a contatto con sostanze tossiche e potenzialmente dannose.

Il top sarebbe utilizzare detergenti ecologici alla spina: in questo modo la cura dell’impatto sull’ambiente verrebbe presa in carico sia dalla produzione dei componenti, sia dalla riduzione degli imballaggi in plastica.

I detersivi ecologici certificati sono senza tensioattivi etossilati e coloranti sintetici, sbiancanti ottici, Sles (SodiumLaurethSulfate), formaldeide, EDTA, fosforo, enzimi e sostanze di origine animale o petrolchimica. Testati anche per i metalli pesanti (Nichel, Cromo, Cobalto) garantiscono l’idoneità ai soggetti affetti da allergie da metalli. La profumazione è ottenuta senza l’uso di profumi sintetici ma esclusivamente con l’utilizzo di olii essenziali biologici.

I grandi cambiamenti iniziano anche dalle piccole scelte di ogni giorno.

Insomma l’alternativa c’è, basta cercarla.

A cura di Ben di Bio
Via Ancona 170 – Ladispoli (RM) – Tel. 06.99222248 – Cell. 347.5215221
www.bendibio.net – bendibioladispoli@gmail.com
Facebook e Instagram Ben di Bio