Strade ladispolane

0
215
STRADE CON VORAGINI, AGHI DI PINI E MARCIAPIEDI ROTTI
asfalto_strade_barriere_per_anzaini
Noi del Circolo Sinistra Italiana Litorale Nord, come tanti cittadini ladispolani, stiamo perdendo i riferimenti in città.
Se gli amministratori sono ormai votati ai grandi eventi, agli show teatrali in consiglio comunale, a tagliare nastri, a chi dobbiamo rivolgerci quando vogliamo affrontare un problema?
Le figure mitologiche dei delegati, metà preferenze e metà uomini, sono scomparsi già dall’inizio del secondo mandato, semmai volevamo affidarci a qualcuno.
Forse caduti in qualche buca – ne contiamo decine e decine da giorni in ogni quartiere – formatesi e per le intemperie e per lavori stradali.
Palesemente nessuno controlla che l’asfalto venga ripristinato, nonostante siamo in tanti ad attendere che venga ripristinata la normalità sulle nostre strade.
Una semplice grata, attende di essere riposta su via Flavia, mentre le corriere si dilettano in manovre impossibili per evitare il simpatico cono posizionato al centro della carreggiata.
Il ponte ferroviario 9 novembre 1989, dove transitano quotidianamente genitori e studenti in direzione delle scuole e della posta, ormai offre uno spettacolo che potrebbe attrarre migliaia di turisti. Come il buco della serratura con vista su San Pietro, ora è possibile affacciarsi e vedere direttamente i binari del treno.
Chissà che i senzatetto che abitavano sotto il cavalcavia, non siano stati spostati per sicurezza più che per il “ripristino della legalità” propagandata. Possiamo stare tranquilli e sereni quando accompagniamo i nostri figli a scuola, passando sul cavalcavia, con il buco intorno?
Bello pensare che i grandi eventi, prosciughino il conto corrente del nostro comune, mentre la città cade a pezzi, solo perché le elezioni sono ancora lontane e non c’è fretta di ricevere consensi.

Bello pensare che ci stiamo nuovamente indebitando per milioni di euro per vivere in una città abbandonata, un cantiere sempre aperto che non si riesce a valorizzare neppure nei giorni della sagra.

Bello, eh?
Circolo Sinistra Italiana
Litorale Nord
“Mahsa Amini”