Raccolta dei rifiuti, adesso che succede a Cerveteri?

0
1431

E adesso che succede per la raccolta dei rifiuti a Cerveteri?
E’ la domanda che da ore serpeggia tra cittadini ed addetti ai lavori dopo la notizia che il Tar della Puglia ha respinto i ricorsi che la ditta Camassa Ambiente aveva presentato sia contro l’interdittiva antimafia sia nei confronti del comune di Bisceglie che aveva deciso di rescindere il contratto proprio a seguito della comunicazione da parte della Procura della Repubblica di Bari in merito alle indagini sulla società che gestisce il servizio igiene ed ambiente anche in altre città, come Cerveteri. E proprio sul palazzetto di piazza Risorgimento sono ora puntati gli occhi dei cittadini che attendono di sapere le decisioni dell’amministrazione in merito al proseguimento del servizio. Tecnicamente non è accaduto nulla, la Camassa Ambiente quasi certamente presenterà ricorso al Consiglio di stato contro le due sentenze del Tar, dunque c’è ancora tempo per assumere qualsiasi decisione. Certo è che questo perenne stato di incertezza sul servizio più importante per i cittadini non lascia dormire sonni tranquilli. Parole di rassicurazione sono giunte in queste ore sul web da parte dell’assessore all’ambiente Elena Gubetti.
“A questo punto per il comune non cambia nulla – spiega la Gubetti – abbiamo dato in appalto il servizio a due ditte, la Camassa Ambiente e la SV e proseguiremo il nostro appalto proprio perché la SV ha tutto il diritto di restare. Ad oggi quindi non cambia nulla, certo ora dobbiamo vedere cosa succederà dopo il ricorso in appello al Consiglio di Stato. Se dovesse esserci un commissariamento subentrerà un terzo soggetto scelto dalla SV”.