PET, SOS DISIDRATAZIONE: COSA FARE

0
273
disidratazione

I consigli dell’ENPA per non farsi trovare impreparati dal caldo in un vademecum on line.

Non sudano, ma anche loro temono il caldo e hanno bisogno di cibo leggero e acqua fresca, ma non gelata. Ci siamo. Il caldo è arrivato e, per essere sicuri di non farci trovare impreparati, l’Ente Nazionale Protezione Animali (ENPA) ricorda le piccole precauzioni da prendere per godersi l’estate insieme ai nostri animali con un piccolo vademecum on line.

E’ bene dire subito che cani e gatti per abbassare la loro temperatura corporea – normalmente intorno ai 38,5°- aumentano i ritmi respiratori. Inoltre, proprio come noi, sono soggetti a scottature solari, alla disidratazione e al più pericoloso colpo di sole. E’ importante osservare il gatto e non sottovalutare i campanelli d’allarme. Ma quali?

  • Se il micio è stanco, spossato, dorme troppo e non gioca come fa di solito è probabile che sia disidratato. Anche la bocca asciutta e gli occhi infossati sono un sintomo da non sottovalutare. Come per il cane, è importante sollevare il labbro ed esercitare una pressione sulla gengiva, se non torna subito di colore rosa è probabile che sia disidratato. Anche la scarsa elasticità della pelle è un sintomo di carenza di acqua. In questi casi è bene somministrargli subito dell’acqua fresca: se il gatto non beve, è necessario rivolgersi al veterinario. 

    Per prevenire il problema è importante fornirgli un’alimentazione leggera ed evitare il gioco e l’attività fisica nelle ore più calde proprio come per il cane. 

  • Se poi il vostro gatto è bianco è necessario avere maggiore cura ed evitare l’esposizione al sole, almeno fra le 11:00 e le 17:00, per risparmiargli l’insorgenza di una dermatite da fotosensibilizzazione, che può trasformarsi in qualcosa di più grave come un tumore. Un altro accorgimento utile è quello di applicare una protezione solare specifica per animali con un alto fattore di protezione, soprattutto nelle zone più delicate, il naso e le orecchie. E se vuole fare un tuffo con voi nel tardo pomeriggio non ci sono problemi. I gatti sono anche discreti nuotatori, come il Norvegese, il Maine Coon, il Turco Van e il Siberiano.

    Comunque, per i dubbi più insidiosi c’è il Centro di Cultura felina, che fornisce preziose informazioni sul gatto, oltre ad organizzare corsi on line e webinar molto utili per chi ama il proprio felino (www.culturafelina.it/)

Animali e caldo, i consigli Enpa, il Video:

Colonia felina del castello di Santa Severa https://gliaristogatti.wordpress.com