OTTOBRATE ROMANE: DIVERTIMENTO E BUON CIBO

0
276
ottobre romane

DAL 1° AL 4 OTTOBRE STREET FOOD A MONTEVERDE. UNA TRADIZIONE CHE AFFONDA LE SUE RADICI NELL’ANTICA ROMA.

I romani si preparano ad aprire il mese di ottobre all’insegna del buon cibo, del divertimento e della buona compagnia. Da giovedì primo ottobre fino a domenica 4, nel residenziale quartiere di Monteverde, presso Largo Alessandrina Ravizza si terrà lo Street food, dalle ore 12 alle ore 24(giovedì dalle ore 17 alle ore 24), con ingresso libero.

La tradizione del cibo di strada consiste fondamentalmente in commercio di alimenti su aree pubbliche: strade, piazze e tutti i luoghi all’aperto. Ogni truck vintage è dedicato alla vendita di prodotti specifici, consumandoli comodamente all’aperto e a cifre contenute.

La sua storia affonda le radici in un passato molto lontano, tornando ai tempi dell’antica Roma(anche se in realtà deriva dall’antico Egitto, quando i pescatori cuocevano il loro pesce sulle griglie in mezzo al porto di Alessandria), in cui consumare i pasti in piedi era quotidianità e farlo per strada rappresentava un momento di incontro, di scambi culturali e di idee, mentre l’unico pasto che si consumava al tavolo era la cena. Si tratta senza ombra di dubbio della più antica forma di ristorazione. L’Imperatore Tito Flavio Domiziano (51 d.C.-96 d.C.) decise di domare questo caos venutosi a creare tra le strade di Roma, emanando un editto che regolava l’esposizione delle merci e il consumo dei cibi per strada.

Non più fiaschi appesi ai pilastri… barbiere, bettoliere, friggitore, norcino; nel proprio guscio se ne sta ciascuno. Ora c’è Roma: prima era un casino” Il poeta romano Marco Valerio Marziale (38 o 42 d.C-104 d.C.) commenta la situazione delle caotiche ed affollate strade di Roma prima dell’editto di Domiziano.

Dal primo di ottobre si aprirà quel magico periodo a Roma, conosciuto in tutto il mondo con il nome di Ottobrate Romane, che attira per via del clima mite e delle belle giornate che la Città regala durante questo mese. In passato le famose Ottobrate erano feste che si celebravano alla fine della vendemmia (solitamente un giovedì), facendo scampagnate e gite fori porta” e indossando gli abiti più allegri ed eccentrici che si possedevano. Si passava il tempo facendo grandi mangiate in compagnia, moltissimi giochi e canti. Feste che ricordano i baccanali, le feste romane propiziatorie dionisiache.

Tornando al 2020, gli street-chef saranno al comando dei loro food-truck e stand per stupirci con golosità di ogni genere, per accontentare tutti i palati, dal salato al dolce, ci sarà solo l’imbarazzo della scelta.

Tradizione, divertimento, compagnia e buon cibo on the road in sicurezza!

Flavia De Michetti