Obesità e sovrappeso in medicina cinese

0
371

Obesità e sovrappeso rappresentano una forma di “accumulo” nel nostro organismo.

In particolare, possiamo parlare di un accumulo di grasso corporeo. Questo accumulo viene misurato in vario modo nella medicina occidentale, tanto da potersi classificare in varie forme che vanno dal sovrappeso-obesità di primo grado all’obesità grave (di terzo grado).

Anche se il sovrappeso appare come un “accumulo”, secondo la medicina cinese dipende in realtà molto spesso addirittura da un deficit che rende l’organismo incapace a trasformare e/o ad assimilare in modo efficace il nutrimento assunto con l’alimentazione.

Questo fa sì, per esempio, che si possa ingrassare anche mangiando poco o sottoponendosi a diete ipocaloriche. Anzi, la dieta restrittiva potrebbe tendere a peggiorare la situazione, indebolendo ulteriormente Milza nella trasformazione dell’Umidità.

Contemporaneamente si tende ad avere gonfiore addominale, irregolarità intestinale, stanchezza… la lingua appare generalmente gonfia (con segno dei denti sui lati) e pallida.

 

Il sovrappeso ha per tutti la stessa causa?

Anche se la forma comune del sovrappeso è un “accumulo”, secondo la medicina cinese il sovrappeso non ha la stessa causa per tutti e si può differenziare a seconda del quadro energetico della persona (pieno/vuoto) in almeno tre forme:

1) Deficit di Yang di Rene e Milza

Questo caso è piuttosto frequente soprattutto nelle donne, soprattutto in determinate fasi della vita come la menopausa.

L’insufficienza Yang di Rene e Milza rende difficile la trasformazione e il trasporto dei nutrimenti e dei liquidi, i quali restano “imprigionati” tra la pelle e i muscoli formando nel tempo accumuli da deficit.

Il fatto che i liquidi restano imprigionati può favorire la comparsa di edemi così come anche, paradossalmente, di una pelle secca e non nutrita (i liquidi non arrivano a nutrirla).

Quando il deficit dello Yang si fa più importante, si manifesteranno spesso:

  • astenia, sonnolenza
  • sensibilità al freddo (mani e piedi sempre freddi)
  • scarsa sete
  • urine spesso frequenti e chiare
  • scarso appetito

In questo caso, il problema si manifesta con il sovrappeso ma non è veramente il sovrappeso.

In altre parole, il sovrappeso è solo una manifestazione esterna di un problema più profondo che interferisce con la qualità della vita della persona anche se questa spesso non ne è consapevole.

2) Stasi del Qi di Fegato (conseguente disarmonia Stomaco-Milza)

Questa condizione è piuttosto diffusa ed è connessa spesso a situazioni di stress e compressione emotiva, con conseguente blocco dei movimenti del Qi epatico e inibizione della funzionalità di Milza (il Legno sfrutta la Terra).

In questa situazione, l’appetito è in genere fin troppo presente, con tendenza al “mangiare nervoso”, anche e spesso in orari poco idonei alle funzioni digestive, tipicamente vissuti come momenti di “liberazione e sfogo” dalle tensioni (sera e a volte anche la notte).

La persona con questo quadro energetico è generalmente:

  • nervosa, irascibile, soggetta a sbalzi d’umore che possono prevedere anche momenti di “depressione”
  • può avere disturbi intestinali (stipsi, colite nervosa…)
  • gonfiore addominale (Milza è super-inibita dall’energia epatica), disagio e tensione agli ipocondri
  • tendenza a sospirare

“L’energia vitale. Le sue espressioni e le sue trasformazioni. I consigli della medicina cinese per il tuo benessere quotidiano”. Disponibile su Amazon in formato cartaceo ed eBook

3) Calore di Stomaco

La presenza di Calore di stomaco si manifesta con forte appetito, spesso con tendenza a consumare cibi in abbondanza, con preferenza di cibi grassi e alcool.

In questa situazione, Milza soffre e metabolizza con difficoltà i troppi nutrienti immessi nell’organismo.

Queste condizioni possono generare nel tempo quello che in medicina cinese viene detto “accumulo di Tan”.

La persona con questo quadro energetico soffre spesso il caldo, suda facilmente, ha sensazione di pienezza addominale e spesso stipsi.

 

La medicina cinese affronta il problema del sovrappeso considerando la persona nella sua interezza, valutando la specifica disarmonia ed intervenendo con tecniche che includono l’agopuntura, il tuina (massaggio energetico), il qi gong, la fitoterapia e – ultima ma non ultima – l’alimentazione.

Articolo integrale sul sito www.lauravannimedicinacinese.it

La medicina cinese non è una pratica sanitaria ma una pratica energetica per favorire il benessere a 360 gradi
Per tutti i lettori dell’Ortica valutazione energetica gratuita.

Puoi trovare diversi articoli sul tema della valutazione della lingua sul mio sito www.lauravannimedicinacinese.it e sul sito www.medicinacinesenews.it